Leggi il Testo Ballantine’s ASP126 Ugo Borghetti. “Ballantine’s” è una canzone di ASP126 e Ugo Borghetti feat. Franco126 prodotta da FTTNA. Ballantine’s Lyrics

Testo Ballantine’s ASP126 Ugo Borghetti Franco126

Fanno quaranta gradi e rimedia’ du’ canne è ‘n dramma
Roma d’estate è ‘na bomba (‘na bomba)
Ma quale mare, me butto in balcone da Asp coi piedi dentro a ‘na bacinella
È mezzogiorno e se semo bevuti tutto er Todis
Co’ 2€ in tasca pe’ ‘sti vicoli ho fatto più de ‘na vasca
Pescatore e carzoncino co’ la brasca (seh)
‘E Crocs so’ ancora quelle di quando vivevo in Spagna (hola)
Me bevo le canadesi perché co’ ‘sto callo ‘na 66 dopo dieci secondi se scalla (glu glu)
Fischietto co’ in mano du’ tiri de canna
È Ferragosto e ‘r pollo fritto è tradizione
Come le casse de Spoken (magnamo e bevemo)
Cor cazzo che faccio la muffa in spiaggia
Rimango in città a fa’ la colla (la colla)
A recca’ strofe de merda
Guardando qualche culo e fischiettando a qualche bionda (‘a fregne)
San Francesco a Ripa me pare meglio delle Maldive
Meglio de molte piscine
Dopo le 4 de mattina so’ tutte fighe
Anche se non so mai cosa dire
Sto co’ ‘n amico dentro ‘na casa
A pija’ ‘r sole sotto l’aria condizionata
La pasta de pranzo la sera la famo diventa’ frittata
E pure ‘st’estate è andata
UBC 126 Lovegang

E nelle tasche c’ho il tabacco sparso e un biglietto dell’Atac
Le cuffiette aggrovigliate e una cartina spiegazzata
Ogni volta che prendo qualcosa, ce n’è un’altra che mi casca
Ogni volta che prendo una sbronza ce n’è un’altra che mi passa
Sono in giro coi miei, siamo sempre pe’ strada
Siamo in cerca di guai, oggi non è serata
Dai su resta con noi che qua siamo di casa
Bevo un sorso di Ballantine’s e fuori è già summertime

È sempre tardi di mattina, sempre presto la sera prima
Allora vorrà di’ che verrò al mare da domattina (aoh eh)
Ad agosto noi a prendere il fresco dall’aria condizionata alla Standa (voilà)
Non conosco nemmeno il prezzo dell’acqua al nostro solito bangla
Non c’è posto che mi paia più bello di quella serranda in questa serata
E non ci sta niente di meglio che restare sveglio insieme alla mia gang

E nelle tasche c’ho il tabacco sparso e un biglietto dell’Atac
Le cuffiette aggrovigliate e una cartina spiegazzata
Ogni volta che prendo qualcosa, ce n’è un’altra che mi casca
Ogni volta che prendo una sbronza ce n’è un’altra che mi passa
Sono in giro coi miei, siamo sempre pe’ strada
Siamo in cerca di guai, oggi non è serata
Dai su resta con noi che qua siamo di casa
Bevo un sorso di Ballantine’s e fuori è già summertime

E pure ‘st anno è tornata l’estate a Roma con l’afa
E pure se non mi ama non lascio più questa strada

Seguici su INSTAGRAM - FACEBOOK