GraffitiIntervista a Octofly Art: "Disegnare è da sempre la...

Intervista a Octofly Art: “Disegnare è da sempre la mia ancora di salvezza”

-

Oggi scopriamo il mondo di Octofly Art un’artista che attraverso le sue opere trasmette allegria e positività, merito dei suoi personaggi coloratissimi e simpatici dei quali ci parla anche in questa intervista.

Octofly art

Ciao! Mi chiamo Silvia, in arte Octofly Art! Sono originaria della Valle Camonica in provincia di Brescia, ma ho viaggiato e mi sono spostata sempre molto.
Disegno da sempre, è stata sempre la mia passione più grande e la mia ancora di salvezza, per questo dopo il liceo artistico mi sono laureata in Pittura all’Accademia di belle arti.

Mi incuriosiva l’origine della tua tag: “Octofly”, da dove deriva questo nome??

E’ lo slang di Octopus Flying, ovvero polpo volante: un messaggio positivo, che sprona a credere nei propri sogni e crederci fino alla fine, esattamente come quel polipo che è convinto di poter imparare a volare!

Nel tuo percorso di artista sei stata anche “writer”? Nel senso hai fatto lettering vero e proprio o ti sei “buttata” subito sui disegni?

Ho iniziato con i puppet, e solo dopo ho fatto qualche esperimento di lettering, ma sempre restando su forme e lettere in linea con i miei disegni.
Il lettering old school non fa per me, sono totalmente interessata ai personaggi e per il momento sto continuando a “studiare” quelli.

Come nascono i personaggi che disegni, sono frutto completamente della tua inventiva o prendi spunto da altre illustrazioni o situazioni già esistenti?

Cerco sempre di partire senza reference, creandoli da ricordi o intuizioni che annoto in giro.
Al giorno d’oggi è veramente difficile inventare di sana pianta, ma ci provo sempre! Se poi si tratta di situazioni specifiche, non nego di cercare immagini di pose o oggetti particolari online!

Sarà una domanda poco “inclusiva”… ma in quanto donna pensi che abbiate più difficoltà ad emergere nel mondo della street art rispetto ai colleghi uomini?

Eccola qui la domanda scomoda😂Se dico di sì, gli altri artisti diranno che mi lamento, mentre se dico di no, le altre donne diranno che sto mentendo per non creare problemi sull’ambiente di lavoro: sono fregata!
Scherzi a parte, è più difficile iniziare e fare gruppo, trattandosi di un ambiente prettamente maschile, ma la speranza è sempre quella che le persone giudichino la tua arte, e non il tuo genere.

Tu personalmente hai incontrato qualche ostacolo a riguardo?

Ci sono stati alcuni casi, ma non mi sono mai lasciata scoraggiare o fatta mettere i piedi in testa.
Una volta che mi si conosce poi, anche i più restii si rendono conto che sono una persona molto alla mano (e adorabile!) e che è facile avere a che fare con me! 😂

Quali sono i tuoi artisti preferiti, sia in Italia che all’estero… e ti sei ispirata a qualcuno in particolare?

Sono troppi per elencarli tutti, in più cambiano spesso!
Però di sicuro al momento in classifica ci sono Dulk e Chifumi, mente come fonte di ispirazione per me è sempre stato importantissimo Van Gogh (e sò che è completamente diverso, ma venendo da una formazione classica, è stato uno degli artisti che più mi ha ispirato)

Ho visto che ti capita di fare lavori in collaborazione con altri artisti/writer… Quali sono le crew o i writers con cui sei entrata in contatto e con cui magari collabori, o semplicemente ti trovi bene?

Io gravito a metà tra i due mondi, quindi ho molte possibilità di collaborazioni (cosa che ovviamente adoro!)
Anche in questo caso sono moltissimi, ma vedo spesso varie crew bresciane e veronesi!

Parlando di cultura hip hop, sei interessata alle varie discipline o ti interessa solo il lato “pittorico”? Quale genere di musica ascolti nel tempo libero?

Essendo cresciuta in un piccolo paesino sperduto nei monti, mi sono approcciata molto tardi alla cultura hip hop.
Anche i graffiti stessi, praticamente esistevano solo quando arrivavi in città ed ho iniziato ad interessarmi solo quando ho iniziato a dipingere anche io su muro!
Ho colleghi che mi parlano spesso dell’argomento, e ascolto sempre molto volentieri per integrare quella parte di storia.

Ti capita spesso di fare lavori su commissione? Se si, le richieste sono più murales, quadri… o altro?

Oltre a partecipare a Jam ed eventi di street art, è la mia principale occupazione!
Dipende dal periodo: d’estate ci sono più richieste di murales, mentre il resto dell’anno magari più quadri ed illustrazioni, ma in generale c’è sempre richiesta di lavori artistici.

 

Avatar
Andrea Bastia
Appassionato di cultura hip hop da ormai troppi anni e writer fallito, dopo qualche esperienza in proprio sul web approda definitivamente su Hano. Si occupa della rubrica dedicata agli artisti emergenti e a quella sui Graffiti.

Le ultime

Fre e Annalisa Minetti insieme per il singolo “Nevica”

"Nevica" è il nuovo brano che vede la collaborazione tra il rapper milanese Fre e la cantante Annalisa Minetti. La...

“Rozzi” ma vista dall’altra parte della barricata: ecco Revman, il rapper poliziotto

"A Rozzano legalità portiamo", questo è quanto viene cantato nel ritornello del nuovo pezzo di Revman, noto anche come...

Con “Bag Boy” Secco alza l’asticella dell’underground milanese

"Bag Boy" è il titolo del nuovo album di Secco, rappresentante della scena rap underground milanese ormai da diversi...

Fuori il video di “Il tuo Romeo” pezzo estratto dall’album di Puro e Noà (Rockwilderz ent.)

"Guerriero del suono" è l'album pubblicato qualche mese fa da Puro e Noà, entrambi del collettivo londinese Rockwilderz Ent....

Interviste

Intervista a Tusco: uso il freestyle come “stretching” prima di scrivere un pezzo

Il rapper pavese Tusco ha vissuto un 2022 piuttosto...

Questo, potrebbeInteressarti!
Selezionati per te!

buy windows 11 pro test ediyorum