Un messaggio ai trapper?

Dj Jad, uno dei pionieri del rap e della cultura hip hop in Italia, con i suoi post sui social ha più volte ribadito la sua visione in merito alla musica urban, ma stavolta sembra essere molto critico verso la nuova vena artistica che sta inondando il Bel Paese. Infatti, tra scimmiottamenti e autotune, si è cimentato in un video ironico che sa di rimprovero verso gli artisti trap. Forse è vero che “la trap oggi permette veramente anche al gatto della mia portinaia di fare un disco“, come ha sottolineato il suo vecchio compagno di crew Takagi durante la nostra intervista, ma fa un po’ strano vedere uno che ha sempre mantenuto una certa compostezza perdersi in queste frivolezze. La speranza è che non inizi a fare polemiche come spesso fanno Inoki o Dj Gruff e che continui a mettere nei dischi il suo modo d’intendere la musica come ha fatto nell’ultimo album “Beat in my soul vol.2“.

Sto lavorando al mio primo album Trap! Così dopo tanti anni ritorno primo in classifica ?

Un post condiviso da Official Instagram Dj Jad (@dj_jad_il_sarto) in data:

Donato Cerone
Lucano dal mezzo sangue pugliese (un po' come nel film di Harry Potter, ma senza il principe). Mi occupo di comunicazione digitale, amo l'economia di azienda e ogni forma organizzativa. Mi piacciono le parole, ancor di più se sono incasellate tra gli schemi metrici e le melodie su quattro quarti del rap, quelle della musica rock o del cantautorato. Sono appassionato di supereroi, come quelli dei fumetti che hanno spazio su grande schermo e serie tv, ma nella vita vera preferisco gli sfigati.