Leggi il Testo Sabbia Cranio Randagio. “Sabbia” è una canzone di Cranio Randagio feat. Gemello estratta da “Come il Re Leone” (2018). Sabbia Lyrics

Testo Sabbia Cranio Randagio

Ultimamente mi sveglio la mattina e c’ho ‘sto sapore di merda in bocca, la testa che mi pulsa è colpa vostra, è colpa delle stronzate che volete che mi bevo ed è lì che penso… madò

Certo che questi regazzini sono privi di cervello
Sottosviluppati, se li sento brividabadibidi
Dimmi, proprio tu li hai procreati
Guinness dei primati fra primati, oh
Fanno versi e ce chi li ha premiati, oh
Ma fra’ semo pugni sulle basi
Quando rappi a me me pari Pingu, taci
Penna nel palmo Kamehameha
In studio con cali, sto a Camelot
Flow così magico, fracico, cameltoes
Sto Cranio fermatelo, che il freno a mano l’ho preso, staccato, lanciato da un camion
La mia vita è Waterloo e zero pater noster
Vieni avanti cabrones, sono in ascesa carrying on
Un ascesa come Rome, ti vedo bene a fare Chacarron Macarron
Si necesita’ reggaetón, dale
Ma poi ti riempio di mazzate, voi contenti sculettate
Io sto a farme il culo per pagà du’ rate
E poi sul palco delirio
Delineo il divario tra Cranio e il tuo divo
Dilanio, divarico gambe, ti sfascio e poi fascio fra’ bende di lino
Pure se non siamo sul Nilo, ti mummifico
Mamma mia che monte edifico
Monta su che ti porto sulla luna
Lontano dal mondo e la sua arsura

Ho camminato sui tetti della mia città come un ninja
Guardala a fondo la notte negli occhi prima che svanisca
La maggior parte del tempo, la maggior parte del tempo
Solo per ricordarmi di te
Ho camminato sui tetti della mia città come un ninja
Guardala a fondo la notte negli occhi prima che svanisca
La maggior parte del tempo, la maggior parte del tempo
Solo per ricordarmi di te

Risuonano corni e suonano forti
Come nei forti sotto assedio
Il trono in fondo è solo una sedia
Seh, seh, ma tu frigni se ti diseredo
Faccio saltare tutto il reame
Ve lo metto a culo proprio come ha fatto quella gran figa de’ Sersi
Fotte un cazzo delle serpi
Lingue lunghe leccano vi metto a fare i servi
Porta il vino, tanto vino, tanto vali mezzo penny
Semo in guerra, che te pensi?
Tratta degli schiavi, mo la tratta degli emergenti
Quattro passi tutto scoordinato
Sulla salma di ‘sto malcapitato
A furia di “skrt” s’è scorticato, forse questo è il suo significato
Io non canto Malo Malo Eres, yo te mato hermano soy el jefe
Con le mie parole faccio i
Tipo [?] meglio se lo chiami l’infermiere
Ogni giorno preso a svario
Porto pesi più pesanti di Kakaroth quando s’allenava da Re Kaioh
Voglio diventare ricco e ricordarmi del mio barrio
Del mio bar, del mio babbo dei miei fra’ lì nel fango
Farmi forte per restargli accanto

Ho camminato sui tetti della mia città come un ninja
Guardala a fondo la notte negli occhi prima che svanisca
La maggior parte del tempo, la maggior parte del tempo
Solo per ricordarmi di te
Ho camminato sui tetti della mia città come un ninja
Guardala a fondo la notte negli occhi prima che svanisca
La maggior parte del tempo, la maggior parte del tempo
Solo per ricordarmi di te

Cranio Randagio - Come il Re Leone (Album)
Cranio Randagio – Come il Re Leone (Album)

Testo Sabbia Cranio Randagio

Seguici su INSTAGRAM - FACEBOOK