Testi CanzoniOnda Rossa Posse - Omaggio a Sante (Testo)

Onda Rossa Posse – Omaggio a Sante (Testo)

-

- Advertisement -

Leggi il Testo Omaggio a Sante Onda Rossa Posse. “Omaggio a Sante” è una canzone degli Onda Rossa Posse (Ice One, Castro X, Militant A) estratta dallo storico album “Batti il tuo tempo” (1990). Omaggio a Sante Lyrics

Testo Omaggio a Sante Onda Rossa Posse

È il mio turno
Entro e intorno tutta l’aula si zittisce
Io rispondo prima piano monosillabi
Mi sento rilassato
All’improvviso rilassato mentre spiega a quel PM
Spiega il giudice la storia: “è arrestato”
Arrestato per la vita 3 ottobre del’67
Tanto ha fatto tanti giorni mesi anni
Passato turbolento dice
Spiego: “è colpa vostra” (È colpa vostra)
Il vostro carcere è un inferno non potevo sopportarlo
Per le lotte, sì le nostre lotte dentro poi qualcosa li è mutato
Potrei uscire, uscire di prigione
Sì ma non è obbligatorio

(Troppo) troppo ho da difendere, tutelare
Dignità identità non ho niente da vendere
Troppo (troppo ho da difendere, tutelare
Dignità identità non ho niente da vendere
È il mio turno potrei uscire
Uscire di prigione ma non è obbligatorio)

Vivere col cuore sempre in gola
La pressione che ti sale
Poi le cariche in cortile con i cani nelle celle
Denti rotti colpi forti sulla porta per non farti addormentare
Vetri e vetri divisori
(vetri infranti nei colloqui)
E la posta che è sottratta censurata
Poi la fame, fame all’Asinara
E il compagno che va via via con la testa
(Via con la testa, via con la testa!)
Divisioni rotture ci dovevan rafforzare
Pugni chiusi nei processi ritirata e tradimenti
Tanti odi e poi isolati
Mentre conti i giorni e invece
Se ne vanno mesi e anni
E i silenzi

(Troppo) troppo ho da difendere, tutelare
Dignità identità non ho niente da vendere
Troppo (troppo ho da difendere, tutelare
Dignità identità non ho niente da vendere
È il mio turno potrei uscire
Uscire di prigione ma non è obbligatorio)

Il mio avvocato è a fianco
Scalpita, scalpita agitato ma comunque mi sostiene capisce
I giudici parlottano, parlottano tra loro e poi dicono:
“(Lei uscirà), lei uscirà
Sua moglie è già in viaggio da Bologna sta arrivando”
Tra sei ore (ancora)
Sei ore e sarai uscito sei ore
Per prepararmi foto lettere la sacca ed i saluti
I saluti ai compagni di ventuno anni
Fatti tutti d’un fiato
E ora poco, troppo poco tempo
Già soltanto poche ore e sarai uscito
(Lei uscirà)
Vertigine, cuore leggero, riso trattenuto a stento
Tante cose alle mie spalle
I compagni (troppi) ancora imprigionati
(Mai) vi scorderò
Mi dicono: “stai in forma”
Questi miei compagni vanno amati
Giovani generosi
Questi compagni vanno amati, rispettati, liberati!

Testo Omaggio a Sante Onda Rossa Posse

Le ultime

Fabri Fibra: è online il video del nuovo singolo “Stelle” con Maurizio Carucci

Dopo l'annuncio del nuovo singolo "Stelle" con Maurizio Carucci ecco che arriva anche il video ufficiale. Anche questo video, come...

“Rapciclopedia. La mia storia”. La biografia di Tormento

Finalmente disponibile "Rapciclopedia. La mia storia", la biografia di Tormento scritta con Matteo Politanò disponibile in versione fisica con copertina...

Murubutu, ecco il nuovo singolo “Daimon”

Dopo l'uscita dell'album "Storie d'amore con pioggia e altri racconti di rovesci e temporali", MURUBUTU torna con un nuovo...

Marracash proclama Fè vincitore della “Google Nest Room Audition”

Il rapper classe 1994 Fè è stato proclamato vincitore della "Google Nest Room Audition", un audizione organizzata da Marracash,...

Interviste

Intervista a Kento: il rap “politicizzato” è solo una piccola parte della mia ispirazione

Intervista a Kento che, dopo qualche esperienza "parallela" (di...

Intervista a UanmNess: per me il rap deve parlare, esprimere e comunicare

Dopo la pubblicazione del suo ultimo album "Prince Caffè"...

Questo, potrebbeInteressarti!
Selezionati per te!