Onda Rossa Posse - Batti Il Tuo Tempo (Cover Album)
Onda Rossa Posse - Batti Il Tuo Tempo (Cover Album)

Leggi il Testo Omaggio a Sante Onda Rossa Posse. “Omaggio a Sante” è una canzone degli Onda Rossa Posse (Ice One, Castro X, Militant A) estratta dallo storico album “Batti il tuo tempo” (1990). Omaggio a Sante Lyrics

Testo Omaggio a Sante Onda Rossa Posse

È il mio turno
Entro e intorno tutta l’aula si zittisce
Io rispondo prima piano monosillabi
Mi sento rilassato
All’improvviso rilassato mentre spiega a quel PM
Spiega il giudice la storia: “è arrestato”
Arrestato per la vita 3 ottobre del’67
Tanto ha fatto tanti giorni mesi anni
Passato turbolento dice
Spiego: “è colpa vostra” (È colpa vostra)
Il vostro carcere è un inferno non potevo sopportarlo
Per le lotte, sì le nostre lotte dentro poi qualcosa li è mutato
Potrei uscire, uscire di prigione
Sì ma non è obbligatorio

(Troppo) troppo ho da difendere, tutelare
Dignità identità non ho niente da vendere
Troppo (troppo ho da difendere, tutelare
Dignità identità non ho niente da vendere
È il mio turno potrei uscire
Uscire di prigione ma non è obbligatorio)

Vivere col cuore sempre in gola
La pressione che ti sale
Poi le cariche in cortile con i cani nelle celle
Denti rotti colpi forti sulla porta per non farti addormentare
Vetri e vetri divisori
(vetri infranti nei colloqui)
E la posta che è sottratta censurata
Poi la fame, fame all’Asinara
E il compagno che va via via con la testa
(Via con la testa, via con la testa!)
Divisioni rotture ci dovevan rafforzare
Pugni chiusi nei processi ritirata e tradimenti
Tanti odi e poi isolati
Mentre conti i giorni e invece
Se ne vanno mesi e anni
E i silenzi

(Troppo) troppo ho da difendere, tutelare
Dignità identità non ho niente da vendere
Troppo (troppo ho da difendere, tutelare
Dignità identità non ho niente da vendere
È il mio turno potrei uscire
Uscire di prigione ma non è obbligatorio)

Il mio avvocato è a fianco
Scalpita, scalpita agitato ma comunque mi sostiene capisce
I giudici parlottano, parlottano tra loro e poi dicono:
“(Lei uscirà), lei uscirà
Sua moglie è già in viaggio da Bologna sta arrivando”
Tra sei ore (ancora)
Sei ore e sarai uscito sei ore
Per prepararmi foto lettere la sacca ed i saluti
I saluti ai compagni di ventuno anni
Fatti tutti d’un fiato
E ora poco, troppo poco tempo
Già soltanto poche ore e sarai uscito
(Lei uscirà)
Vertigine, cuore leggero, riso trattenuto a stento
Tante cose alle mie spalle
I compagni (troppi) ancora imprigionati
(Mai) vi scorderò
Mi dicono: “stai in forma”
Questi miei compagni vanno amati
Giovani generosi
Questi compagni vanno amati, rispettati, liberati!

Testo Omaggio a Sante Onda Rossa Posse