Geolier - Capo
Geolier - Capo

Leggi il Testo Capo Geolier. “Capo” è una canzone di Geolier prodotta da Dat Boi Dee e rilasciata il 10 agosto 2020. Capo lyrics

Testo Capo Geolier

Yeah, stongo st—, stongo stiso
Tengo sempre ‘o f—, yeah
Dat Boi Dee vamos pa la banca
Ah

Stongo stiso, tengo sempre ‘o fischio dint”e ‘e recchie
Parlano troppo ‘e me pe’ quanto spacco e quanto spengo
Si me vedevi primma assaje cchiù sicco e senza niente
Mo songo assaje cchiù chiatto e a te magnà nun ce metto niente
Nun so’ ‘na rockstar, so’ preciso ‘int”a banca
E so’ cagnato dint”e mode da quando so’ cantante
E t’arricuorde quando ‘a lloco nun passavo
Pecché tutt”e quante lloco abbasce vestute firmate
Nun è pe’ panne, nun ‘o dico, l’aggio ditto spesso
Sennò po’ sento ca Geolier dice sempre ‘o stesso
19 anni, dico cose ca tu manco piense
Aggio azzeccate a tutte quante cu’ ‘nu pare ‘e piezze

S’aizza ‘a genta assettata, sto buono c”a capa
Aggio perso già tre vole, piglio ‘o jet privato
Ma ‘e chi staje parlanne? Nun è veco nemmanco
Faccio cchiù sorde ‘e loro sulo ‘int”a ‘na semmana
S’aizza ‘a genta assettata, sto buono c”a capa
Aggio perso già tre vole, piglio ‘o jet privato
Ma ‘e chi staje parlanne? Nun ‘e veco nemmanco
Faccio cchiù sorde ‘e loro sulo ‘int”a ‘na semmana

Tutto apposto, mammà, nun vide ca nun chiove?
Penso sulo a ‘ncassà, nun penso ‘a guagliona
Piglio ‘na borsa Prada, dincelle ca sta apposto
Ma m’ha lasciato perché vo’ sulo ‘e dimostrazione
Parlammo chiaro, nun t’ha piglià, ‘e a fa’ ‘nu poco l’ommo
Pecché a fa’ l’ommo nun deriva sulo mo’ d”e sorde
Sta chi fa ‘o show dint”o locale che Dom Pérignon
Ma se l’ha fatta c”a pensione ca c’ha dato ‘a nonna
Nun me chiammà pe’ nomme, chiammame “Roberto Baggio”
No’ pecché so’ assaje bravo, pecché c’assomiglio ‘e faccia
E aggio fatto cose, si t”e dico vaje ‘int”a l’ansia
Dint”a Louis Vuitton c’aggio ditto: “Lloco ‘o riesto è mancia”

S’aizza ‘a genta assettata, sto buono c”a capa
Aggio perso già tre vole, piglio ‘o jet privato
Ma ‘e chi staje parlanne? Nun è veco nemmanco
Faccio cchiù sorde ‘e loro sulo ‘int”a ‘na semmana
S’aizza ‘a genta assettata, sto buono c”a capa
Aggio perso già tre vole, piglio ‘o jet privato
Ma ‘e chi staje parlanne? Nun ‘e veco nemmanco
Faccio cchiù sorde ‘e loro sulo ‘int”a ‘na semmana

Testo Capo Geolier