Rap ItalianoArticoli#RapTop3 | Le 3 canzoni rap italiane più brutte...

#RapTop3 | Le 3 canzoni rap italiane più brutte di sempre

-

- Advertisement -

#RapTop3 | Le 3 canzoni rap italiane più brutte di sempre

Bentornati alla rubrica #RapTop3. Quali secondo voi sono le 3 canzoni rap italiane più brutte di sempre?

Basta andare in giro su youtube per trovare delle cose immonde, terribili, da pelle d’oca.

Centinaia di pezzi tra cui scegliere, tra gente famosa e meno famosa, tra fenomeni trash e canzoni davvero uscite male.

Ma quale sarà la canzone rap italiana più brutta di sempre? Ce lo siamo chiesti ed ecco il nostro personalissimo risultato.

3) Terza posizione per quello schifo di “E la notte se ne va” di Mikimix. Quando Caparezza andava a Sanremo. Terribile. Per noi questa si merita la terza posizione.

2) In seconda posizione “Estate”. di Lil Angel$ con Gioker & Ben-J. Uno dei pezzi più fuori tempo e mal mixati della storia. La seconda posizione è tutta vostra.

1) In prima posizione il leggendario “Trucebaldazzi” e la sua “Vendetta vera”. Forse il pezzo rap italiano più Trash di sempre. (5 milioni di views)

Le ultime

“Versi in paradiso” è il nuovo singolo del rapper varesino Sclaice

"Versi in paradiso" è il titolo del nuovo singolo del rapper, dj e produttore Sclaice che attualmente sta lavorando...

“Verso Sud” il nuovo singolo di Puro e Noà, in attesa del loro album

Il singolo "Verso Sud" è l'ultimo estratto dall'album di Puro aka Soultrain e Noá che avrà il titolo di...

Fuori il video di “Mai più”, il nuovo pezzo di Claver Gold con Davide Shorty

"Mai più" è il secondo singolo che anticipa l'album "Questo non è un cane" di Claver Gold. Anche questo...

Intervista a Mistaman: “tecnicismi a parte, voglio fare musica che rimane”

Lo scorso 24 giugno è uscito il nuovo singolo di Mistaman, il rapper affiliato alla Unlimited Struggle che ha...

Interviste

Intervista a Mistaman: “tecnicismi a parte, voglio fare musica che rimane”

Lo scorso 24 giugno è uscito il nuovo singolo...

Intervista ad “Assalti Frontali”: dopo 30 anni siamo ancora poesia di strada

Intervista a cura di Jules Bonnot “Volevo fare una rivoluzione...

Questo, potrebbeInteressarti!
Selezionati per te!