Leggi il Testo Nulla virtus Colle Der Fomento. “Nulla virtus” è una canzone del Colle Der Fomento estratta dall’album “Adversus” (16 Novembre 2018). Nulla virtus Lyrics

Testo Nulla virtus Colle Der Fomento

Che cazzo è la felicità per un secondo te la fa pagà e
centuplica la cifra rime proiettili e un mitra scorre sul beat
click è il film della mia vita ed abbia inizio la sfida da mo che
so come je sto perciò famola finita e non ho niente che poi
toccà niente che poi rubbà niente de niente che me poi levà
dentro la testa ho un suono che non esiste per davvero e lo
coltivo come un dono l’eredità di chi sono l’avidità stringe
verso il vertice del cono e resto nessuno con i giorni che
passano giorni che massacri e giorni che te massacrano
nulla virtus nella città è solo vitium allora spesso mi ispiro
a me stesso

Rime che so cortellate sputo la mia rima e tiro dalla brace
esse come me manco se me copiate
si me paghi bene senno state bene ndo state
rime che so cortellate sputo la mia rima e tiro dalla brace
esse come voi manco se me pagate
asso de bastoni contro asso de spade

Nulla virtus la vita a volte mozzica e fa male alzo la mia
musica pe andare cazzate nella testa non le voglio più
ascoltare pago ciò che va pagato niente da scontare
niente da scordare zi ma sto blindato articolo vocaboli per
rimanere in bilico sopra il reticolato allergico alle leggi del
mercato rido perchè che il sentimento è più che ricambiato
e sto precario con me non c’è lo stronzo che si atteggia ad
impresario sarà perchè li schivo sarà per come vivo sarà
che non permetto de mette bocca su quello che scrivo e se
la gente è fessa a me non me riguarda la mia musica è
sempre questa e tu non puoi cambiarla parla dall’anima per
l’anima de li mortacci vostra che manco andate a tempo e
vi ostinate a farla

Ho stile non certo i milioni un po che non ce tengo e un po
che scaricate le canzoni e mitizzate sempre i più coglioni
enfatizzate che mi sembrate attori le parole so pugnali pungo
come er Tinea la mani rapide la testa che crea con le tasche
vuote pe prende de più sputo la mia rima senza mai
guardare giu

Quaggiu è zero pregi zi e che t’aspettavi il senso della vita
vallo a chiede a quelli bravi contenti e inamidati fino all’ultimo
dettaglio contano gli zeri io conto n’altro sbaglio ma ancora
nun ce scajo e ho rime che so cortellate ho rime che so rime
che non fate esse come me manco si me copiate esse come
voi manco si me pagate

Colle Der Fomento Adversus
Colle Der Fomento Adversus

Testo Nulla virtus Colle Der Fomento