Mooloverz, Già solo
Mooloverz, Già solo

Leggi il Testo Già solo ElDoMino Swelto. “Già solo” è una canzone dei Moonloverz (ElDoMino & Swelto). Già Solo lyrics

Testo Già solo ElDoMino Swelto

Mi senti? Ricordi il tuo nome da quando lo urlavi più forte del vetro per terra, in tempi di guerra una sberla la prendi e che fai?
Ti metterai a piangere o prendi per buone le forze che c’hai?
Scrivimi almeno qualcosa di vero ogni tanto, fra un like e uno smile,
arrivi a raggiungere il limite estremo del clicca consuma stai lì e te ne vai!
Chiedo perdono se lascio il mio segno poco incisivo se dietro uno schermo, passano gli anni, aumentano i drammi, si però il cuore rimane lo stesso,
vivo a metà fra chi perde il sorriso e chi lo ridona e cambia la storia,
non perdo l’essenza, è dove provengo, cosa ho imparato ma fuori da scuola.
E’ il rispetto che manca, apprezzo la nicchia, la banda che passa e mi sveglia già all’alba, le robe sincere, storie di sere passate in tettoia, nell’aia in campagna.
Fatto così, con la testa per aria ma sempre fedele al mio suolo,
fatto alla vecchia, fatto già uomo, lievito madre, da grande mi sento già solo.

E già mi sento un pò più forte, mentre parlo qui meno scaltro e meno male, mentre taccio, si perché ad alzarmi dal tuo tavolo son già solo, nessuno intorno e nessun suono…io già solo.
E già mi sento un pò più forte, mentre parlo qui Meno scaltro e meno male, mentre taccio, si Perché ad accompagnarmi in volo son già solo, Io mi riscoprirò di nuovo, già solo.

La senti quest’aria che tira fuori dalla stazione? Si torna a casa, in fila, a destinazione,
su quella panchina costruivamo castelli dove
è nato tutt’altro, ora c’è l’asfalto
chissà dove porta,
noi guardavamo più in alto
sognavamo di stringere in mano quel mondo, per un secondo un istante l’asfalto è scomparso
vita miraggio, sempre a soqquadro,
ora che il cielo è in letargo,
non cambia se resti a fissarlo,
se tutto ti va stretto devi prendere il largo oltre il fil di ferro, Santo Padre eterno,
chi scavalca adesso, oltre quel cancello? Poi gli spari ed ecco una speranza in meno puoi sentirne l’eco, la distanza e il peso
io divago spesso e quante gare ho perso lezioni che ho appreso,
sezioni di un tempo che è rimasto impresso vincere è il rimedio, ma contro te stesso
col video su Vevo, Dottor S. Svevo,
tra gli appunti Zeno,
dentro un vecchio zaino c’era un mondo intero ed ora qui scompaio fissando un dettaglio
ed ho cambiato cielo per prendere il volo ed ho cercato un bivio al buio nel frastuono così ho cambiato biro ed ho corretto il tiro cucendo il mio destino con un ago e un filo, giochi di prestigio di un mago che scaltro sfiora il sacrificio per scaldarsi intanto
che la pioggia scende, sferra colpi al suolo chiudo gli occhi e scrivo, mi sento già solo.

E già mi sento un pò più forte, mentre parlo qui meno scaltro e meno male, mentre taccio, si perché ad alzarmi dal tuo tavolo son già solo, nessuno intorno e nessun suono…io già solo.
E già mi sento un pò più forte, mentre parlo qui Meno scaltro e meno male, mentre taccio, si Perché ad accompagnarmi in volo son già solo, Io mi riscoprirò di nuovo, già solo.

Testo Già solo ElDoMino Swelto