Rap ItalianoArticoliSpas-32, nuovo brand di streetwear che ti riporta "On...

Spas-32, nuovo brand di streetwear che ti riporta “On the run”

-

- Advertisement -

Spas-32 è un giovane e fresco brand di streetwear nato dall’idea di Ikhlef Sebbari un giovane studente appassionato di hip hop che ha deciso di trasformare la sua attitudine in qualcosa di più concreto.
L’intento di questo interessante progetto è di riportare ai giorni nostri lo stile e l’arte che hanno ispirato i grandi successi underground degli anni ’80 e ’90.

Perché Spas-32?
Spas-32 è la tag che utilizzavo all’età circa di 14/15 anni. A 17 anni, nel 2019, avevo voglia di far conoscere le mie opere ed entrare nel mondo dell’hip-hop. Questo mi ha spinto a trasformare un semplice “nome” in un brand di abbigliamento.

Il progetto è ancora piuttosto giovane e in espansione, motivo per cui ho deciso di scrivere questo articolo, e soprattutto perché ho collaborato con Ikhlef per il lancio del suo progetto, realizzando un graffito con la scritta “On the run”.

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Spas-32 (@spas.32.thebrand)

 

“On the run” è il claim scelto per rappresentare il marchio Spas-32, che sta a simboleggiare il vivere la strada, quell’attitudine street che da sempre caratterizza chi vive la cultura hip hop.

Spas-32, oltre al suo fondatore, si avvale della collaborazione di professionisti, sempre giovanissimi, che contribuiscono a creare l’identità del brand e rafforzarla facendo ognuno la propria parte nel campo che gli compete. Rebecca Fiorini, art director, possiede un’esperienza pregressa nel campo della moda. Setteteste, un giovane studio di graphic design composto da: Sathya Piatto, Greta Saponara, Erica Viotto e Francesco Sala.

Ikhlef ci presenta così la nuova collezione che sarà disponibile a breve:
Si chiamerà “Drip” ed è la prima vera collezione streetwear di Spas-32. È composta da 4 capi d’abbigliamento brandizzati che scoprirete in anteprima, tra pochi giorni, su @spas.32.thebrand, il nostro canale Instagram. Drip è l’icona del writing, del fatcap, marker e bomboletta che sgocciolano, della rullata di vernice sul muro. La nostra dedica all’arte di strada.

Non mi resta che augurare buona fortuna ai ragazzi di Spas-32 e consigliarvi di seguire la pagina Instagram per sapere come acquistare i capi e rimanere aggiornati.

Avatar
Andrea Bastia
Appassionato di cultura hip hop da ormai troppi anni e writer fallito, dopo qualche esperienza in proprio sul web approda definitivamente su Hano. Si occupa della rubrica dedicata agli artisti emergenti e a quella sui Graffiti.

Le ultime

“Verso Sud” il nuovo singolo di Puro e Noà, in attesa del loro album

Il singolo "Verso Sud" è l'ultimo estratto dall'album di Puro aka Soultrain e Noá che avrà il titolo di...

Fuori il video di “Mai più”, il nuovo pezzo di Claver Gold con Davide Shorty

"Mai più" è il secondo singolo che anticipa l'album "Questo non è un cane" di Claver Gold. Anche questo...

Intervista a Mistaman: “tecnicismi a parte, voglio fare musica che rimane”

Lo scorso 24 giugno è uscito il nuovo singolo di Mistaman, il rapper affiliato alla Unlimited Struggle che ha...

Il sogno dei Lyricalz adesso è realtà (ma non la loro)

  Non mi accontento e godo, chi si accontenta ha perso Sempre più spesso faccio sogni di successo Per me è un...

Interviste

Intervista a Mistaman: “tecnicismi a parte, voglio fare musica che rimane”

Lo scorso 24 giugno è uscito il nuovo singolo...

Intervista ad “Assalti Frontali”: dopo 30 anni siamo ancora poesia di strada

Intervista a cura di Jules Bonnot “Volevo fare una rivoluzione...

Questo, potrebbeInteressarti!
Selezionati per te!