“Non c’ho le hit ma chiudo ad occhi chiusi i trick, chiamami stick se ti bastono sopra il beat”

Così dice il Danno in una delle tante barre presenti in “Rebel Music“, ma invece quella che ha cacciato insieme al producer romano The Rebel è una vera e propria hit underground.

Un brano che trasuda hip hop da tutti i pori, a partire dalla base in puro stile boom bap di The Rebel, fino alle rime killer del Danno (in ottima forma) che in 3 minuti netti scarica una vagonata di stile sul quale c’è ben poco da obiettare.

“Caricatore pieno, miro… dopo sparo a zero. Tu te la prendi con la trap, io col mondo intero”

A completare il lavoro c’è il video The Rebel, realizzato in 360° con il montaggio di Alessandro Galluzzi e girato in una location con i graffiti sullo sfondo, tra cui spicca il ritratto realizzato dallo street artist Jorit di Luana D’Orazio, la ragazza 22enne morta per un incidente sul lavoro pochi mesi fa.

Il brano fa parte della release Rebel Music che contiene anche il pezzo Body Rockin’ del duo statunitense The Good People che si misurano sulla stessa base di The Rebel, oltre ad un rmx di Ice One.