old school

La musica di 2Pac è davvero noiosa? Amerigo Gazaway ci dimostra il contrario!

Amerigo Gazaway ci regala un remix di “Old School” di 2Pac, tratto dal suo album “Me Against The World”, pubblicato nel 1995 e disponibile per il free-download direttamente dalla sua pagina ufficiale Bandcamp.

2pac

E’ proprio notizia di questi giorni che alcuni “giovani” pseudo-rapper come Lil Xan e 03 Greedo hanno affermato che la musica di 2Pac è tutt’ora noiosa, attirandosi le ire di molti “colleghi” ed addetti ai lavori.

Immediata le risposte di molti rapper, tra le quali ne scegliamo in particolare due: Wacka Flocka Flame sostiene che Lil Xan debba essere bannato dall’Hip-Hop, mentre il comico ed opinionista statunitense Michael Rapaport la tocca molto, ma molto piano (qui sotto la sua risposta, pubblicata qualche giorno fa sulla sua pagina ufficiale Instagram, e sotto anche parte del testo, cosi da potervi fare un’idea).

Michael Rapaport ha – tra le altre cose – curato il documentario “Beats, Rhymes & Life: The Travels of A Tribe Called Quest” sugli ATCQ.

“Some wack-ass, non-rapping rapper named Lil Xan, Lil Xanax — some pill-popping muthafucking face-tattooed cornball, no skill, no talent muthafucka said that 2Pac’s music wasn’t interesting, Little buck tooth rabbit face-looking muthafucka. You need to apologize, all right? And you don’t need to apologize to 2Pac or 2Pac’s fans. You need to apologize to whoever the fuck raised you, or who didn’t raise you, for raising you to be a dumb fuck. Little funny-faced Tom and Jerry-looking ass muthafucka. You don’t get to speak on anything that has to do with Hip Hop or rap music.”

Qualche tempo fa in Italia era successa una cosa simile: durante un’intervista Sfera Ebbasta aveva affermato di non conoscere i Sangue Misto (che poi fosse stata una sapiente opera di marketing per fare parlare di se, questo non ci è mai stato chiarito).

Voi cosa ne pensate? Noi vi diciamo una cosa, parafrasando una citazione molto famosa di Bob Marley: “Un uomo senza storia (o senza conoscenza di essa) è come un albero senza radici”.

Siete liberi di fare la musica che volete, ma il rispetto – soprattutto per chi ha fatto qualcosa di storico (e leggendario) prima di voi – dovete averlo. SEMPRE ed a PRESCINDERE.