Inoki, Nanne, Rusto e Parola Vera sul set del video "Southside"

“Dal palco alla cella, la strada mi chiama” cosi recita il rapper fiorentino Parola Vera  (PV) nel suo nuovo pezzo dal titolo “Southside” featuring Nanne e prodotto da Pupet.

E dalla cella ci arriva davvero, dopo una lunga serie di vicissitudini infatti Parola Vera è finalmente riuscito a girare un nuovo video, provando a lasciarsi alle spalle un po’ di problemi giudiziari che lo affliggono.

L’ho raggiunto telefonicamente per farmele raccontare in prima persona (le vicissitudini), per una volta ho avuto l’occasione di sentire dal diretto interessato un vero racconto di “vita di strada”, senza sentirlo in strofe di canzoni che non si sa mai quanto siano veritiere.

“L’odissea del carcere”

“Vengo da un esperienza in carcere che è stata una vera e propria odissea, ho subito tantissimi trasferimenti… sono stato a Vigevano, San Gimignano, […..]  ho subito anche periodi di isolamento. Ho passato periodi davvero difficili ma non ho mai mollato e ho conosciuto anche veri amici che continuo a frequentare anche fuori. “

“In carcere o sei lupo o sei agnello”

“Là dentro si creano situazioni veramente difficili, si formano vari gruppi in base alle etnie, ad esempio i latini, i rumeni, gli albanesi… e poi ci siamo noi italiani. Devi stare attento a quelli che frequenti, in carcere o sei lupo o sei agnello. Devi imparare a farti rispettare, se oggi ti chiedono una sigaretta magari domani ti chiedono tutto il pacchetto. E dopodomani le scarpe e i vestiti.”

A proposito di amici, in carcere hai conosciuto Rusto, writer noto a livello nazionale (e non) che come te ha avuto il suo riscatto una volta uscito, e che è presente anche nel video di South Side…

“Si, esatto. Con Rusto è nata una bellissima amicizia, ci rispettiamo l’un l’altro e abbiamo rafforzato ancora di più il nostro rapporto quando ci siamo ritrovati fuori dalla cella. E’ stato naturale per me chiamarlo a collaborare nel mio video, è un grande artista e si merita tutto il consenso che sta avendo.”

“Con Emis Killa e Inoki amicizia vera…”

E con il resto della scena? In quali rapporti  sei?

“Conosco quasi tutti, ma la vera amicizia per me è altra cosa… Prima di considerare una persona “amico” devono verificarsi certe condizioni… non considero tutti amici. Due persone di queste sono certamente due personaggi agli antipodi, per il tipo di percorso che hanno fatto: Emis Killa e Inoki.
Con Emiliano ho un bel rapporto di amicizia, infatti quando sono uscito dal carcere mi ha invitato a un suo concerto ed è stato emozionante ritrovarsi. Con Fabiano ci conosciamo da tanti anni, mi ha sempre supportato ed è presente anche lui nel video con uno skit.

“Quando certe cose le vivi davvero, la differenza si vede”

“Una cosa che mi fa storcere il naso è quando sento parlare nelle canzoni di situazioni che in realtà non sono state vissute in prima persona. Se vuoi essere “vero” devi parlare di quello che conosci. Non parlarmi di droga e spacciatori se non li hai mai conosciuti. Io certe situazioni le ho viste, sparatorie, rapine e non ne vado fiero, ma questa è la mia vita ed è di questo che parlo.”

Dal palco alla cella e di nuovo in strada… ringrazio Parola Vera per questro stralcio di realtà e gli auguro buona fortuna per la sua carriera. Dopo quello che ha passato, se la merita.

Inoki, Nanne, Rusto e Parola Vera sul set del video “Southside”