«No, non fare lacrimucce»

Dopo vari singoli pubblicati sulle piattaforme di streaming, è arrivato il tanto atteso disco da solista per Ghali. L’hype creatosi per “Album” è stato già ripagato con numeri da record dopo una sola settimana dall’uscita, ma negli ultimi giorni la polemica insidia il giovane re di Spotify. Infatti, degli youtuber tedeschi sostengono che ci siano forti somiglianze tra i brani “Lacrime” del rapper italo-tunisino e “Kokaina” del rapper tedesco Miami Yachine.

Nella descrizione del video viene riconosciuto che Ghali ha questo suo peculiare flow da tempo, tuttavia, in un altro video, c’è chi si augura che KMN Gang, il collettivo di Miami Yacine, si accorga del suo monito in modo da intraprendere azioni legali qualora lo ritengano opportuno.

Forse i due beat si assomigliano, forse entrambi rappano con la stessa intonazione, ma cosa succederà a seguito di queste accuse? Si può davvero parlare di plagio? Di seguito trovate entrambe le canzoni, a voi il giudizio.

Donato Cerone
Lucano dal mezzo sangue pugliese (un po' come nel film di Harry Potter, ma senza il principe). Mi occupo di comunicazione digitale, amo l'economia di azienda e ogni forma organizzativa. Mi piacciono le parole, ancor di più se sono incasellate tra gli schemi metrici e le melodie su quattro quarti del rap, quelle della musica rock o del cantautorato. Sono appassionato di supereroi, come quelli dei fumetti che hanno spazio su grande schermo e serie tv, ma nella vita vera preferisco gli sfigati.