Testi CanzoniJovanotti - Il rap (Testo)

Jovanotti – Il rap (Testo)

-

- Advertisement -

Leggi il Testo Il rap Jovanotti. “Il rap” è una canzone di Jovanotti (Lorenzo Cherubini) estratta dall’album “Lorenzo 1992” (1992). Il rap Lyrics

Testo Il rap Jovanotti

Sono io, sono io, quello di “è qui la festa”
Quello con il cappellino quello senza la testa
Dovevate farmi fuori 6 anni fa
Se volevate la tranquillità
E invece sono qui vivo e ancora parlante
Questo è il nostro 5° album
Non sono un cantante
Faccio il rap, quella musica dura
Quella senza melodia, quella che fa paura, paura
Ma dove andremo a finire
Ma guarda un po’ cosa ci tocca sentire
E intanto mentre sto parlando il rap è entrato in Italia
Questo genere del quale io mi sento una balia
Senza false modestie questo LP
Esce in un momento dove finalmente anche qui
Il rap ha assunto dimensioni oltre la curiosità
E coinvolge gente di tutte le età
Finalmente si muove
Finalmente una ventata di compagini nuove
Il ragazzo con un giradischi e un campionatore
Un cervello per pensare, organizza il rumore
E ci dice sopra a tempo tutto quello che pensa
Musica incazzata contro la violenza

Raap, raap

Il rap, i nuovi cantautori
Senza chitarre ma con tanti rumori
E tante idee da dire più o meno intelligenti
Chuck D (bass!) illumina le menti
E fa che crescano i ragazzi aria di rinnovamento
E grazie a questo asfalto un nuovo rinascimento
Come quello che ha ridato forza ai neri americani
Fa che succeda anche per quelli italiani
Alla faccia di San Remo, delle televisioni
Comunichiamoci le nostre emozioni

Raap, raap

Sono io, sono io, a parlare di questo
Io che ho fatto sia San Remo che Fantastico e il resto
Sono io, perché ho un microfono potente
E voglio dire ciò che penso alla gente
E ai ragazzi che si perdono in mille confusioni
Comunichiamoci le nostre emozioni
Attraverso ogni canale usiamo questo linguaggio
E cominciamo a darci qualche messaggio
La musica rinasce nelle strade tra i banchi
Il rap che parla ai neri, ai bianchi
Io ci credo e tu lo sai, tu che storci il tuo naso
Ma son più saggio e non ci faccio caso

Raap, raap

Il rap per società multirazziali
Dove tutti nei diritti e nei doveri sono uguali
Musica che nasce dalle ceneri del rock
Della musica elettronica, ed è uno shock
Per molti una sirena su un disco
Ma a me mi piace ed impazzisco
Per tutto ciò che mi stimola un po’
Non so domani che cosa ascolterò
Ma oggi la mia testa è aperta come non mai
Pronto a partire se tu mi seguirai
Impara le parole, inventane di nuove
Incontra i tuoi amici e fate delle prove
La musica è la cosa più bella che c’è
Muoviti, muoviti, muoviti man!
Muoviti, muoviti, muoviti man!

Testo Il rap Jovanotti

Le ultime

“Verso Sud” il nuovo singolo di Puro e Noà, in attesa del loro album

Il singolo "Verso Sud" è l'ultimo estratto dall'album di Puro aka Soultrain e Noá che avrà il titolo di...

Fuori il video di “Mai più”, il nuovo pezzo di Claver Gold con Davide Shorty

"Mai più" è il secondo singolo che anticipa l'album "Questo non è un cane" di Claver Gold. Anche questo...

Intervista a Mistaman: “tecnicismi a parte, voglio fare musica che rimane”

Lo scorso 24 giugno è uscito il nuovo singolo di Mistaman, il rapper affiliato alla Unlimited Struggle che ha...

Il sogno dei Lyricalz adesso è realtà (ma non la loro)

  Non mi accontento e godo, chi si accontenta ha perso Sempre più spesso faccio sogni di successo Per me è un...

Interviste

Intervista a Mistaman: “tecnicismi a parte, voglio fare musica che rimane”

Lo scorso 24 giugno è uscito il nuovo singolo...

Intervista ad “Assalti Frontali”: dopo 30 anni siamo ancora poesia di strada

Intervista a cura di Jules Bonnot “Volevo fare una rivoluzione...

Questo, potrebbeInteressarti!
Selezionati per te!