Rap ItalianoRecensioniRecensione di Metriche Vol.2 di LowLow. Lavoro con grandi...

Recensione di Metriche Vol.2 di LowLow. Lavoro con grandi meriti però non perfetto

-

- Advertisement -

Metriche Vol.2Recensione di Metriche Vol.2 di LowLow. Lavoro con grandi meriti però non perfetto è tante cose: è una sottospecie di consacrazione per LowLow; è sicuramente un ottimo lavoro a livello lirico, tecnico e musicale; è un monumento all’auto-celebrazione. In 13 tracce, LowLow, si racconta su beat talvolta trap, altre volte più melodici, passando tra tematiche di vita vissuta, story telling, la sua profonda dedizione alla musica. Nel corso del disco cita Eminem e Dostoevskij, indice, soprattutto il secondo di grande interesse nella cura dei testi; così come ricorda il suo uso curato della grammatica, apprezzabile in un momento abbastanza buio per la nostra lingua.

Interventi a tutto tondo quindi per avvicinarsi agli ascoltatori ma nello stesso tempo, con questa costante autocelebrazione distaccandosi con spocchia dal resto della scena musicale, quasi ad accettare artisticamente solo coloro i quali partecipano attivamente alla buona riuscita di Metriche.

Collaborazioni che, con la presenza di Rocco Hunt nel ritornello di “Non è abbastanza” e di Parix in “Ho scelto te” ma anche di Briga e Nayt, rispettivamente in “Non Fa Paura” e “Legend Killer”, incrementano il valore del disco, il quale vede come ospiti anche nomi meno conosciuti sulla grande scena come Luca J, Vegas Jones e Yojimbo.

Lavoro con grandi meriti però non perfetto: il continuo sostenere di essere il migliore rispetto a chiunque altro canti in Italia viene leggermente sbugiardato da alcune similitudini con altri rapper più “grandi” di lui, come può essere una grande somiglianza con Fedez in “Impeto e Tempesta” perlomeno nella prima parte della canzone dove c’è molto auto-tune e la cadenza e il timbro vocali molto vicine a quelle dell’attuale giudice di X-Factor; oppure la grande somiglianza a Salmo in tracce più aggressive come “Legend Killer”.

Non c’è assolutamente nulla di male in questo, anzi, nel momento in cui l’ispirazione presa produce ottimi risultati, come in questo caso, è solo un bene che vi siano piccole similitudini; un po’ meno bene, invece, a mio avviso, il continuo definirsi migliore e quasi “arrivato” quando in realtà LowLow ha appena iniziato la sua carriera artistica ad alti livelli.

Le produzioni a cura di Yoshimitsu, Dj Raw e Manusso, sono intense, toccanti, “ignoranti” al punto giusto e danno un senso di pienezza musicale incredibile: il lavoro svolto è stato eccellente.

Nessun’altra critica però, perché il prodotto che esce da questo lavoro è un disco completo in ogni dettaglio e pronto per fare la differenza, anche come base per il futuro.

Sicuramente da tenere d’occhio, LowLow ha potenzialità e un grande margine di crescita, molto più ampio della scena media.

Disco totalmente consigliato e, importante, in free download: prodotti come questo a gratis sono difficilissimi da trovare, perciò non fatelo mancare nella vostra libreria musicale.

Vitto (twitter @vittoworldpeace)

Avatar
Vitto
Vittorio Bianco classe 1987, piemontese di nascita e milanese d'adozione, si appassiona al rap americano nei primi anni del 2000 e fonda un blog satirico sulla musica hiphop italiana, ormai chiuso, insieme ad un suo amico d'infanzia. Nel 2010, dopo aver conosciuto i fondatori di Hano.it inizia a collaborare col portale in qualità di recensore. Per Hano ha svolto compiti di reporter ai live, pubbliche relazioni, stesura articoli e così via, fino ad arrivare grazie ai suoi studi giuridici, ad essere anche responsabile dell'ambito legale del sito internet. Si occupa principalmente della gestione della sezione Lifestyle.

Le ultime

Marracash proclama Fè vincitore della “Google Nest Room Audition”

Il rapper classe 1994 Fè è stato proclamato vincitore della "Google Nest Room Audition", un audizione organizzata da Marracash,...

L’incontro tra The Old Skull e Suarez è una “Mina vagante”

Dopo l'album "Antieroe 3 - The Punisher" il rapper romano Suarez torna a sputare rime crude e lo fa...

Online il nuovo video di Dargen D’Amico “Ubriaco di te”

Venerdì 17 Jake La Furia non è stato l'unico ex Club Dogo a pubblicare qualcosa di nuovo, infatti Dargen...

EasyOne ha pubblicato il suo secondo album da solista “Solo”

Dopo "Stessa pelle", il suo primo album da solista, è arrivato il momento per EasyOne di pubblicare la sua...

Interviste

Intervista a Kento: il rap “politicizzato” è solo una piccola parte della mia ispirazione

Intervista a Kento che, dopo qualche esperienza "parallela" (di...

Intervista a UanmNess: per me il rap deve parlare, esprimere e comunicare

Dopo la pubblicazione del suo ultimo album "Prince Caffè"...

Questo, potrebbeInteressarti!
Selezionati per te!