Rap ItalianoNews Rap Ita"Mercato nero" di Nex Cassel è un manifesto del...

“Mercato nero” di Nex Cassel è un manifesto del rap underground

-

Da pochi giorni è uscito il nuovo album di Nex Cassel, “Mercato nero”, che arriva dopo il successo estivo riscosso con l’album del gruppo chiamato “Fratelli freschi”.

Con questo album Nex è andato più in là del semplice “compitino“, ha realizzato infatti quello che è un vero e proprio manifesto del rap underground italiano, riunendo nel suo progetto artisti provenienti da tutta Italia e producendo tutte le tracce che compongono il lavoro. Verrebbe da dire che non è un lavoro solo di Nex Cassel ma quasi un mixtape, però interamente con basi originali.

Cosa fa di questo album un “manifesto”?
Le citazioni. Dj Lugi, Primo Brown in primis ma anche altri.
Le produzioni. Nex Cassel ha affermato di essersi ispirato totalmente allo stile di New York.
L’attitudine. Underground al 100%

Chi conosce Nex Cassel sa che il suo modo di fare rap non ha mezzi termini, è uno che dice le cose come stanno senza troppi giri di parole. Lui stesso ha definito questo album “rap senza fronzoli” infatti i pezzi propongono incessamente barre su barre con pochi ritornelli ma tanta voglia di sputare rime dal sapore tipicamente hardcore.

Gli ospiti che si avvicendano al microfono, come abbiamo detto, sono veramente tanti, tant’è che Nex rappa da solo in due tracce soltanto, la intro “Working class” e “Piante grasse” (il pezzo pro-legalize che non poteva mancare).

Per il resto è una carrellata di rapper che quasi si “sfidano” a distanza sulle tracce: dai veterani come Noyz Narcos o Danno (che fa un tributo a Primo Brown nella sua strofa) fino ai più giovani RollzRois e Armani Doc che ancora una volta sono presenti nei progetti Adriacosta.

Ci sono poi collaborazioni collaudate nel tempo che ritornano come quella con E-Green (insieme al Turco nel pezzo assassino “Cannoni di Navarone“) e ovviamente i due fidati soci Gionni Gioielli e Gionni Grano. Ne abbiamo nominati alcuni ma ce ne sono tanti altri che vi lasciamo scoprire da soli.

 

Andrea Bastia
Andrea Bastia
Appassionato di cultura hip hop da ormai troppi anni e writer fallito, dopo qualche esperienza in proprio sul web approda definitivamente su Hano. Si occupa della rubrica dedicata agli artisti emergenti e a quella sui Graffiti.

Le ultime

Macro Marco chiama Capleton e Napoleon Da Legend ed ecco “Too greedy”

"Too greedy" è il nuovo pezzo prodotto da Macro Marco che per l'occasione chiama a sè due grandi artisti:...

Massimo Pericolo è il terzo ospite del “Red Bull 64 bars” (prod. Cookers)

Con il suo solito stile irriverente il rapper lombardo Massimo Pericolo è il protagonista del terzo appuntamento con Red...

Ape e Ill Papi ancora insieme per “Ultimo miglio”, in vista del nuovo album

Se parliamo di Ape e Ill Papi parliamo di una coppia collaudata, anzi collaudatissima. Già autori insieme di diversi...

“Metronomo” è il nuovo pezzo di Jangy Leeon con Jack The Smoker e Dani Faiv

Dopo "Sour Cream" e "Zaffiro" Jangy Leeon pubblica il terzo estratto dal suo nuovo album in uscita il 28...

Interviste

Intervista a Jap & Paggio: il loro ritorno è “Old but Gold”

"Old but Gold" è l'espressione che usiamo quando parliamo...

Questo, potrebbeInteressarti!
Selezionati per te!