È uscito questo weekend in tutto il mondo per Believe il nuovo singolo del gruppo rap francese più discusso degli ultimi anni: “Au DD” dei PNL, disponibile in digitale e su YouTube.

Che sia in termini d’impronta musicale, di riuscita commerciale o di impatto culturale, il duo PNL è riuscito a ottenere lo status di icona in appena 3 anni, realizzando così un percorso tanto folgorante quanto singolare. Evolvendosi in totale indipendenza, rifiutando le interviste e le collaborazioni i due fratelli della difficile banlieue Les Tarterêts si sono ritagliati una propria identità nel panorama musicale francese, affascinando anche al di là dei confini.

Indotti presto a spacciare per provvedere ai loro bisogni e a quelli della loro famiglia, Tarik (Ademo) e Nabil (N.O.S) decidono insieme di investire i soldi provenienti dalla droga per finanziare la loro impresa musicale. Nasce così il gruppo PNL (Peace & Lovés) che pubblica il primo singolo, “Que La Famille”, nel marzo del 2015. Là dove il rap e la società nel suo insieme celebrano comunemente i soldi facili e il tenore di vita che ne deriva, la musica dei PNL propone un nuovo punto di vista, consegnando una visione tragica e malinconica della vita da spacciatore, specialmente per la sofferenza spirituale che genera: condannati dal loro ambiente a tradire i loro principi morali, il crimine è dipinto come un male necessario per rispondere a un imperativo morale superiore: assicurare la protezione e il benessere dei propri cari.

“J’ai beau poser le front sur le sol igo j’m’endette /
Donne-moi des ailes pour que j’m’envole /
J’regarde le ciel cloué au sol /
Aaa-a, on n’dira pas qu’on a mal /
Ounga ounga, on cherche le bonheur où c’est sale”
 
[Amico, anche se poso la fronte al suolo, mi indebito comunque /
Dammi delle ali per farmi volare via /
Guardo il cielo inchiodato al suolo /
Aaa-a, non diremo che soffriamo /
Ounga unga, cerchiamo la felicità dove c’è lo sporco]

“Recherche du bonheur”, QLF, 2015
Seguici su INSTAGRAM - FACEBOOK