Rap ItalianoRecensioniGhemon - ORCHIdee (Recensione)

Ghemon – ORCHIdee (Recensione)

-

Lo stile è è una di quelle cose che un artista dovrebbe mantenere, coltivare, e modificare a sua immagine e somiglianza. Deve essere l’impronta digitale dell’autore dell’opera, renderlo riconoscibile dalla massa, ed (in teoria) elevarlo ad un livello differente opera dopo opera. 
Ghemon è un artista, e non tradisce questi principi: con ORCHIdee, fresca uscita dell’artista targato “Unlimited Struggle“, Ghemon si evolve e ci presenta un prodotto coerente ma evoluto. 

Sulle produzioni, molto melodiche e suonate, Ghemon si accomoda e si racconta come ha sempre fatto: pensieri diventano parole e canzoni nel tentativo di dare all’ascoltatore un quadro bello da vedere, sporcato da sonorità Soul che rendono tutto molto morbido e musicale. C’è molto poco rap “duro”, e se gia prima Ghemon ci aveva abituato a suoni facilmente digeribili in questo disco troviamo suoni e ritmature molto più “easy listening”: attenzione, non canzonette, ma musica e testi decisamente leggeri da assimilare. 

Ghemon ORCHIdee Recensione

Etichetta: Macro Beats
Distribuzione: Artist First
Anno: 2014

L’album è un lavoro individuale e modellato sul personaggio, a tal punto da non presentare collaborazioni in nessun cantato: onore al merito per Ghemon che si sbilancia anche in alcune parti più melodiche, non cavandosela male.

Un disco che, come detto sopra, è un contenitore di emozioni, pensieri e visioni, esperienze, e nonostante non sia un grande amante del “conscious rap” resto sempre stupido da come questo cantante sia comunque in grado di combinare semplicità espressiva e complessità emozionale: le doti da Poeta si notano. ORCHIdee è un buon disco, da non sottovalutare, ma presenta un “ma”: se non tollerate i ritmi poco sostenuti ed invasivi pensateci bene. Il lato molto “leggero” classico dei lavori di Ghemon in questo album è più importante, tanto che in alcuni punti sembra di ascoltare dei brani di “musica leggera” da radio: musica molto buona e di qualità, con la M maiuscola, ma non propriamente trasversale per quanto riguarda il mondo “Rap”. 

Se vi siete persi il pre-ascolto su Rockit e non siete dei fan gia rodati, approfittate delle preview negli store digitali e date un’ascolto. Magari non sarà di vostro gusto, ma vale la pena di concedersi il dubbio e dedicargli qualche minuto.

Buon ascolto
Ciroga (twitter: @therealciroga)

Le ultime

Picciotto canta la protesta nel nuovo singolo “Giorgia”

Il rapper siciliano Picciotto pubblica oggi il suo nuovo singolo, prima uscita ufficiale del 2024. Il rapper di Biancavilla ha...

“Coscienza pt. 3”, il nuovo pezzo del rapper ravennate Albino

Albino (prima conosciuto come Nox) è il nome di un rapper classe '97 proveniente da Ravenna che ha pubblicato...

Skeptic omaggia i Sangue Misto con il pezzo “Canis po sa ia”

Dopo il pezzo realizzato con Quilo (dello storico gruppo Sa Razza) il rapper sardo Skeptic presenta un nuovo brano...

Drimer e Inoki sono hip hop al 100% nel nuovo pezzo “Hall of fame”

E' la prima collaborazione ufficiale tra Drimer e Inoki e il risultato è un pezzo che farà venire la...

Interviste

Questo, potrebbeInteressarti!
Selezionati per te!