Egreen
Egreen

Bello, magro, sorridente, sereno, allegro, disponibile e con gli occhi luminosi. Così ci si presenta Egreen il giorno della conferenza stampa di lancio di “Fine primo tempo”, il suo nuovo disco, nella prestigiosa sala che Sony mette a disposizione per l’occasione.
Sì, hai letto bene: Sony. Perché quello che ha colpito più di tutto, prima ancora della musica in questo Paese voyeur fan del gossip, è che questo è il primo, impensabile, disco del rapper nato a Bogotà che esce sotto Major.

Ma se sei un seguace della prima ora di Fantini in realtà credo tu sia oramai ben informato sul perché e percome di questa storica decisione. Egreen ha raccontato in più occasioni il suo “cambio di visione” nelle sue comunicazioni pubbliche e private e non ultimo spingendo fuori come primo singolo “Ho sbagliato” che sembra un testamento, per preparare il campo e anche per “farla fuori subito”.

Quello che colpisce di Egreen è che in questo contesto nuovo (ufficio stampa, catering, sedie divanate…), lui prende il microfono per rispondere alle domande ed è quello di sempre: chiaro, diretto, consapevole. E non nasconde nulla. Ne temporeggia sul nulla, come un calciatore qualsiasi ai microfoni di fine primo tempo (cit.)
Questo fa la fortuna del giornalista. Averne di artisti che non si nascondono, anzi ci tengono a dire “questo sono io, qui ho sbagliato, qui ho fatto giusto, questa è una mia decisione…”.

Gli ho fatto due domande: una quasi psicologica, in combutta con Giuseppe Tavera di Boh Magazine, e una di prospettiva. Entrambe le risposte mi han colpito, la prima perché mi aspettavo tutt’altro e la seconda perché ha un respiro più ampio di quanto potessi immaginare. Te le lascio scoprire nel video che abbiamo mezzo girato e mezzo rubato.

Però il dubbio che E motherfuckin green fantagigi G Fantini si fosse improvvisamente placato nell’animo e nell’attitudine è stato spazzato via la sera dopo. Infatti al Release Party per festeggiare l’uscita di “Fine Primo Tempo” abbiamo trovato lo stesso leone indomabile di sempre. Ma lascio a te giudicare da questo piccolo stralcio….

In bocca al lupo a Egreen per questa nuova avventura, con la promessa di rivedersi tra qualche mese per fare una chiacchierata di analisi di questa fine primo tempo e vedere come si sta giocando il secondo. Fuori casa.