Testi CanzoniMurubutu - Palazzo di gemme (Testo) feat. Dhany

Murubutu – Palazzo di gemme (Testo) feat. Dhany

-

- Advertisement -

Leggi il Testo Palazzo di gemme Murubutu. “Palazzo di gemme” è una canzone di Murubutu feat. Dhany estratta dall’album “Storie di amore con pioggia e altri racconti di rovesci e temporali“.

Testo Palazzo di gemme Murubutu

(voci: Murubutu, Dhany. Prod: James Logan)

 

Tu pioggia che bagni i narcisi, che sembri suonare l’asfalto

ste gocce sono meteoriti che danzano sopra il basalto

e ogni volta le guardo e mi incanto, le guardo e mi scaldo, le guardo e mi calmano

sembra non cadano, salgano e parta dal basso qua il viaggio dell’acqua al contrario

e ogni goccia che tocca per terra, ha un suo tocco, una nota diversa

ed il cielo che suona il suo piano, ogni tasto è una corda nascosta nell’erba

e sta musica in testa qua è musa e tempesta di nubi in orchestra, una muta promessa

che non finisce mai mai mai

Tra i confini delle case, tra i profili delle strade, fra i cortili dell’estate, il ticchettio del temporale,

questo ritmo regolare, suona mille Stradivari, fra le vie, le case e il mare, fino a farle straripare

io cerco prove e indizi dove inizi questa pioggia e finisca per sempre la malinconia

In ‘sto tempo che pare sospeso, è un veliero di ghiaccio e vapore

attraversa l’oceano sorpreso e si frange su spiagge dell’Ovest

io lo chiamo per nome, ne guado le chiome, ricavo un bagliore

traduco le piogge qua mosse dall’alto nel codice Morse dell’acqua che cade per ore

E poi…sai…vedrai…per me sarà come impazzire

nel vortice di un nuovo Sole

camminando fioriranno mondi fra di noi

e noi riflessi come aurore

mentre ci piove dentro al cuore ore e ore e ore

Ogni goccia a suo modo è uno specchio, col mondo riflesso all’interno

ogni goccia ha un suo fuoco, un suo senso, uno sguardo diretto sul cosmo e sul tempo

ogni goccia a suo piccolo modo qui un piccolo mondo ed è un piccolo globo

una pioggia di varie sequele, una trama di tele di questo mio stesso universo

e in una queste ti ho visto e temevo che tu scomparissi

tu stessa una goccia dispersa nel cielo deserto fra nuvole e prismi

e sotto qui un regno vibrante, che è un dedalo d’arte, si pieno e pulsante

e a volte mi chiedo qui quale sia il vero fra i cieli che vedo qui nelle pozzanghere

Ogni goccia che cade fra i lampi (lampi) si frange fra mille rimbalzi (balzi)

riflette i tuoi occhi smeraldi con dentro un milione di mondi più grandi

ci investe e ci guarda, rilessi di karma, fra i nembi dell’alba

muovendo tempeste e tingendo di affreschi e arabeschi qua i resti di mondi dispersi nell’aria

l’assalto meraviglioso, un parto di perle celeste

che tende ora un arto nel cielo che è un arco guerriero ed è un arcobaleno

e solo allora la pioggia sul corpo, la pioggia nel bosco si spegne silente

e ci lascia ora soli a fissarci negli occhi ed intorno un palazzo di gemme

E poi…sai… vedrai…per me sarà come impazzire

nel vortice di un nuovo Sole

camminando fioriranno mondi fra di noi

e noi riflessi come aurore           

mentre ci piove dentro al cuore ore e ore e ore

Testo Palazzo di gemme Murubutu

Le ultime

Il rapper marchigiano Campidilimoni pubblica il nuovo ep “Tragicosmico”

Dietro allo pseudonimo "Campidilimoni" si cela un rapper marchigiano di origine cilena che ha pubblicato proprio oggi il suo...

Intervista a Mondo Marcio che annuncia il nuovo album “Magico”: la musica è la mia terapia

E' stata annunciata per il 7 ottobre l'uscita del nuovo album di Mondo Marcio, che pochi giorni fa ci...

Perchè si sente parlare solo dei “siparietti” che hanno luogo durante i live??

Non credo di averlo notato solo io ma ormai nelle cosiddette "pagine di settore", quelle che parlano di rap...

L’Elfo e Ketama126 insieme per “Rave”, online il video su Youtube

Il rapper catanese L'Elfo, icona del rap siciliano, ha scelto il romano Ketama126 per la realizzazione del suo nuovo...

Interviste

Questo, potrebbeInteressarti!
Selezionati per te!

buy windows 11 pro test ediyorum