Ricevo continuamente input dalle novità del Rap. Un po’ perché me le vado a cercare e un po’ perché mi scrivono in tanti per un parere, una recensione, un consiglio.

Settimana scorsa mi sono imbattuto in questo video, convinto fosse straniero e invece.

Mi ha colpito la freschezza, il mood e pure le liriche. Così, come sempre, ne ho voluto sapere di più. Se Malparido di Lokita incuriosisce anche te, dopo il video trovi quattro chiacchiere che ho fatto con la ragazza, classe ’95 di Milano ma con forti origini del sud tutte da scoprire.

Dove sei stata fino ad oggi?

Ho portato a termine il mio percorso di studi, prima di dedicarmi alla musica con un approccio più professionale.

Quali sono le tue influenze e ispirazioni?

Da piccola guardavo tanto Mtv, quando ancora mandava in onda quasi esclusivamente programmi americani sottotitolati e videoclip a rotazione, avvicinandomi ad artisti americani quali ad esempio The Fugees, Destiny’s Child, Jay-Z, Nelly, Eminem, o 50cent, i quali mi hanno permesso di scoprire fin da subito che l’HipHop\R’n’B fosse il mio genere di riferimento, nelle sue diverse declinazioni. Col tempo ho iniziato ad apprezzare un ventaglio molto più ampio di generi musicali, ma ciò che più influenza il mio modo di fare musica è l’umore con cui un pezzo nasce, e la ricerca di un sound che lo possa rappresentare, anche tramite un mix di generi diversi.

Raccontaci il pezzo e il video “MALPARIDO”

Malparido” è stato per me un esperimento, la ricerca di un sound ancora ascrivibile al rap ma che rappresentasse contemporaneamente un approccio nuovo al genere, diretto ma, a mio modo, femminile. Il video ne è stata l’evoluzione naturale, essendo la mia prima esperienza ho semplicemente inserito ciò che a me avrebbe fatto piacere guardare; da qui la scelta di inserire qualche passo HipHop e di ricreare un’ambientazione street ma allo stesso tempo affascinante.

Prossimi passi e obiettivi per il futuro?

Non so dirti con esattezza cosa mi aspetto dal futuro, siamo in un’era in cui tutto può succedere da un momento all’altro, di conseguenza mi concentro nel fare del mio meglio passo dopo passo senza pormi limiti nell’immaginazione di traguardi da raggiungere.

Dicci qualcosa che i lettori devono assolutamente sapere di te per comprendere appieno te e la tua musica

Sono una persona molto diretta ed ambiziosa, voglio l’ultima parola in quello che mi riguarda perché se una cosa convince me nessuna critica riesce a scalfirmi, e corro dritta verso l’obiettivo di trasformare la mia passione nella mia professione.

Allora in bocca al lupo Lokita.

Commenti?

Se vuoi contattare Lokita, la trovi su Instagram.

Se vuoi mandarmi la tua roba, scrivi a prof@hano.it