Leggi il Testo Somnium Moonlovers. “Somnium” è una canzone dei Moonloverz prodotta da Azure Stellar. Somnium lyrics

Testo Somnium Moonlovers

Swelto
Camminavamo senza meta tra lagune, le scarpe tra le mani,
a piedi scalzi solo per sentire il fiume, tu a volte sussurravi,
quei ricordi su una fune fluttuavano
“Vai pure, io ti raggiungo!” te lo dissi,
col sorriso in faccia di chi ha gli occhi tristi
“Ti ricordi quando è stata l’ultima volta che ci siamo visti?”
chiesi con la vista annebbiata, strani magnetismi
poi cambiammo strada. In fondo alla vallata, in cerca di qualche tana,
passavamo dagli abissi a qualche valle colorata,
con la consapevolezza che ora qua tutto è concesso,
che la realtà è diversa ma io è qua che vivo adesso
E poi ad un tratto tutto questo svanì in preda al primo vento,
quindi tornammo in mezzo a un prato a scherzare come sempre,
a parlar del più e del meno come se nulla fosse stato,
lo so che è complicato ma tu eri ancora lì presente, ciao

Azure Stellar
Ad occhi chiusi stanotte, non sono sveglio, non sto dormendo
Ma le cose che vedo sembra di viverle e c’è la luna nella stanza
se non rispondo sto dormendo, se questo non è un sogno, dimmi allora cos’è!

ElDoMino
Mi addormentai col cuore in gola, descrivo un pò a memoria,
mi dissi incredulo “Ad Maiora”, alla grande a letto alla buon’ora
Già fisso in fase Rem, pupille anarchiche all’insù, bussole andate,
puntano sud, senza di me, senza come o perché! Buh!
Avevo di mio già il panico e ansia in tutta la stanza,
gridavo nel buio ma a salve a fare lo spelling di asma!
Una sagoma inizia la danza sulla mia pancia,
piena paralisi e come in analisi avevo la faccia imbalsamata a fantasma
Dicono cose, danno rimedi, parlano in prose, nessuno che ammette,
nessuno che espone i problemi veri fra le persone
Mi ci rifletto oggi, lucido come quei sogni, quando cosciente di tutto
non muovevo né mani né piedi tranne i miei occhi
Vivido inferno, penso all’eccesso, a tutte le volte che provo disprezzo,
a tutti i doveri che sono cemento sopra il mio petto,
dicono “vita di merda!”, merda ci siamo e quella calpesto,
metto ammetto undici sveglie presto, almeno non mi addormento, meglio.

Soulcè
Luce viola, a terra petali ,ci sei poi scappi!…
io che faccio fatica a sentirmi vivo
Una parola, aspetta ancora non è tardi…
che se ti tengo stretta forse puoi curarmi o no?
Sta cosa la bevo da solo così mi rapisci,
compari e sparisci ridi di me io lo so che mi fissi
Poi subito torni come la luce riflessa dai prismi,
non posso nemmeno guardarti come se avessi deciso di amare un’eclissi,
e quindi che faccio? Mi sgolo così mi senti? Ma tanto non senti,
abbiamo già fatto mille esperimenti, e quando ti penso vorrei che sparissi,
preda dei venti o sotto i miei denti -Signori giurati siate clementi!-
Ti cerco e non ti vedo, ti vedo se non ti cerco,
se ti vedo di cerchio così non ti perdo più!
E se ti perdo è solo perché penso che la vita è un sogno
e quando mi sveglio berrò il caffè che hai fatto tu…

Azure Stellar
Ad occhi chiusi stanotte, non sono sveglio, non sto dormendo
Ma le cose che vedo sembra di viverle. E c’è la luna nella stanza
se non rispondo sto dormendo, se questo non è un sogno, dimmi allora cos’è!

Testo Somnium Moonlovers