Leggi il Testo Capovolgo il mondo Valerio Scanu. “Capovolgo il mondo” è una canzone di Valerio Scanu prodotto da Kikko Palmosi e scritto da Davide Sartore, Emilio Munda, Diego Ceccon. Capovolgo il mondo Lyrics

Testo Capovolgo il mondo Valerio Scanu

Dove il tempo ha fine
io comincio a scrivere
sotto ad un tramonto
aspetto l’alba ed un altro sentimento
che nasce insieme al sole
e porta via la notte dietro al mare
senti come si sta bene

Dove il tempo ha fine
io comincio a vivere
un passo dietro l’altro
ora è impossibile cadere
coi sogni bene stretti in una mano
mentre noi abbiamo l’infinito

Io capovolgo il mondo
per donarti lo stupore
e sarei pioggia
che sale senza più parole
capirò ogni tua esigenza
per te io porterò la quiete
o sarò tempesta
e nella galassia vagheremo senza meta
ma sarò satellite se tu sarai pianeta
è un’impresa
ma noi resteremo in piedi
dimmi che ci credi
siamo qui oggi più di ieri

Se non c’è confine
se non c’è più limite
oltre l’orizzonte
il futuro sfiderà il presente
da dove splende il sole
e non esiste torto ne ragione
quando arriva l’emozione
Ora inizio e fine
possono coincidere
dopo l’esplosione
si è salvato solo il nostro amore
è rimasto solamente questo manifesto
affido nello spazio

Io capovolgo il mondo
per donarti lo stupore
e sarei pioggia
che sale senza più parole
capirò ogni tua esigenza
per te io porterò la quiete
o sarò tempesta
e nella galassia vagheremo senza meta
ma sarò satellite se tu sarai pianeta
è un’impresa
ma noi resteremo in piedi

E porto le emozioni più lontano
per inseguirle a piedi con te mano nella mano
e guardare ancora i colori degli sguardi
che passano negli occhi mentre ci sentiamo vivere

Io capovolgo il mondo
per salvare il tuo candore
dal disincanto
e nubi nere senza le parole
capirò ogni tua movenza
per te io porterò la quiete
dopo la tempesta
nella galassia voleremo senza meta
squarceremo il cielo cavalcando una cometa
la testa vuota
e l’immenso sotto i piedi
dimmi che ci credi
sono qui oggi più di ieri

Siamo qui
oggi più di ieri

Testo Capovolgo il mondo Valerio Scanu