Leggi il Testo Non Gioco Più ATPC. “Non Gioco Più” è una canzone degli ATPC estratta dall’album “Anima e Corpo” (1998). Non Gioco Più Testo

Testo Non Gioco Più ATPC

Prima di tutto prendi nota, la musica è cambiata
Di acqua sotto i ponti ne è passata
Niente a che vedere con Eureka
Ma non ci sputo sopra la lezione mi è servita
Constata la mia rima si è affinata
Predisposizione innata più esperienza accumulata
La mia attitudine è provata
Se pensavi fossi morto la conclusione era affrettata
Fra l’incudine e il martello per un pò di anni
Ho pagato sbagli miei e danni che hanno fatto altri
Shorty sono tornato più determinato
Sono ripartito da capo
Seguo il cammino che mi sono prefissato, il futuro che mi sono disegnato
Sicuro di ottenere un risultato
Dal basso ho costruito il mio entourage
L’ho fatto io con le mie
Mani come il bricolage
Questa roba non si mastica
Se non ci si applica ogni giorno un’ora di freestyle come ginnastica
Mi alleno per la mia rivincita prevedo una lauta tredicesima
Dopo il periodo di quaresima
Vivo ogni giorno come fosse l’ultimo
Sfrutto ogni battito, se tu combini
Qualche cosa io ne ho fatte il quadruplo
Mi applico come un secchione
Rimango lucido cencentrato sulla mia missione
Ti consiglio full immersion per l’escalation
Devi sgobbare per partire in pole position
Questo è il prezzo
Io ho corso il rischio, ho scommesso con me stesso
Faccio quel che devo nel novantadesso

No, io non gioco più, non rido più. No, io non gioco più, non rido più. No, io non gioco più, non
Rido più
Non gioco più, non rido più
Ho chiaro cosa voglio come conquistarlo non mi puoi tenere giù

Mi ripresento a questo appuntamento al secondo tempo di questa partita
Per ribaltare il risultato in men che non si dica
Mi sento carico come non mai
Quindi mi tuffo contro la corrente in mezzo a ‘sto via vai
Di squali pronti ad azzannare, rischiando di affogare
Navigando in brutte acque ma remando come gli Abbagnale
Convinto verso la mia meta
Ripenso a quante volte inutilmente ho gridato Eureka
Alienato con il dente avvelenato contro chi mi ha sottovalutato
Colpito ma non affondato
Ho scelto da che parte stare, non mi son fatto scoraggiare
Da frasi tipo: chi te lo fa fare
Stare con le mani in mano è inutile
Ho preso l’ascensore e sono sceso dalle nuvole
è finito il tempo di giocare alla matricola
Ed ora chi mi ostacola lo colpisco dritto alla mandibola
Ora investo tutto il mio futuro nella rima e spero che sia un lavoro lungo e duraturo
Prendimi sul serio e dopo questa strofa avverti la tribù: Sly non gioca più!

No, io non gioco più, non rido più. No, io non gioco più, non rido più. No, io non gioco più, non
Rido più

Testo Non Gioco Più ATPC