Leggi il Testo Milano Milano Articolo 31. “Milano Milano” è una canzone di Articolo 31 (J-Ax e Dj Jad) estratta dall’album “Domani smetto” (2002). Milano Milano Lyrics

Testo Milano Milano Articolo 31

Milano!

Milano sguardo distratto, bacio di ghiaccio
Capto, frequenza di intolleranza e
Mancanza di tempo e di vento
Intenso traffico denso, ripenso al motivo
Per cui vivo tra il grigio di questo cemento
Ci sono emigrati in edifici occupati e gli sciuri imboscati
Dietro sicuri giardini privati
Dai quartieri duri ai locali tra troie e avvocati
Tra muri e palazzi pittati e futuri pazzi sclerati

Ma siamo alla fine della settimana
E sta scendendo il sole dietro Porta Romana

Sei troppo bella per dirti addio
Tu chiami e poi, noi tutti ubbidiamo
E tra chi nomina il tuo nome invano
Ci sono anch’io, Milano Milano

Milano quando sono lontano
Voglio tornare
Milano quando ci sono
Voglio scappare
Il cielo un foglio di rame
Per la vivace attività industriale
L’industriale si droga, poi vota che la droga fa male
Ipocrisia nuda come modelle sul cartellone
Dei saldi fuori stagione, Monte Napoleone
Bambini sniffano colla alla Stazione Centrale
E Piazza Affari tracolla su vita superficiale

Ma c’è chi tiene accesa la lotta
La manifestazione parte a Porta Venezia

Sei troppo bella per dirti addio
Tu chiami e poi noi tutti ubbidiamo
E tra chi nomina il tuo nome invano
Ci sono anch’io, Milano Milano
Nel tuo veleno che noi respiriamo
Ci sono anch’io, Milano Milano
Tra la ringhiera e il sogno americano
Ci sono anch’io Milano Milano

Non c’è mai parcheggio ed è sempre peggio
Settimana della moda, vita mondana in coda
In auto-noleggio, l’alternativo
Beve vino vicino agli yuppi in brera
Sera tema tropico-latino tutti in fiera
Tra chi rapina per la cocaina
Sento un vecchietto che canta in dialetto alla sua Madunina
Quando la nebbia scompare
In lui mi riconosco, come una goccia nel mare
Io mi ritrovo al mio posto

E devo a te quello che sono
Alle luci di un tramonto sopra Piazza del Duomo

Sei troppo bella per dirti addio
Tu chiami e poi noi tutti ubbidiamo
E tra chi nomina il tuo nome invano
Ci sono anch’io, Milano Milano
Nel tuo veleno che noi respiriamo
Ci sono anch’io, Milano Milano
Tra la ringhiera e il sogno americano
Ci sono anch’io, Milano Milano

Testo Milano Milano Articolo 31