Leggi il Testo Inedito Gemitaiz. “Inedito” è una canzone di Gemitaiz estratta da “QVC Collection” venduto insieme all’album “Davide” nella versione Deluxe. Inedito Lyrics

Testo Inedito Gemitaiz

Quello Che Vi Consiglio volume 6 figli di puttana!

Rappo da un divano
Sciolto come Carlo dentro quel solarium
Ricco schifo come i premi in palio
Ficco e rido mentre quel tuo mito prende il palo
Noi figli delle stelle, non di Ligabue
A trent’anni luce dalle storie tue
Tutte marce come i denti di Pezzali nel ’92
Grazie a un cazzo di cervello
Non ho fatto il caldaista a Riello
Anche se ho preso un po’ di questo e quello
Mi privo del sonno per un mio fratello
E tu fai qualcosa per il tuo quartiere
Togli l’immondizia da queste ringhiere
Invece di spacciare talco e ibuprofene
Fai il serale e impara un cazzo di mestiere
Pare una predica? Lo è
Stappi Gancia e dici che è Moet
La tua stronza fa la cagna con me
Me la carico, Noè
Capo dei capi come Gioè, cazzo cioè
È un tridente World Cup
Tu ci vieni sotto, Fra Tuck
Fai una tac, sembri quello che fa rap
In testa la bandana ma non sei Tupac
Cerchi ancora di esse’ fortunato
C’hai la barba sporca, non è variegato
Apro bocca, è già reato
‘Sto locale scotta anche se areato
Tutta quella flotta e ti sei già arenato
Fai quello col loft e manco lo hai arredato
Prendi fiato! (Stai calmo! Calmo, calmo devi sta’! Tranquillo!)

M! Flow che fa volare! (Ah)
Show spettacolare! (Ah)
Forse parlo male ma al locale spacco
Quindi tanto vale (‘Sti cazzi!)
Tu vuoi fare i drammi, farmi la morale
Frà stai in alto mare
Io lo faccio perché lo so fare
Per non lavorare come manovale
Frà al locale hanno fatto la fila
Io passo avanti con le sneakers fiche
Che la gente fra ha fatto la fila
Tu quelle che ha fatto la Fila
Prendere il tuo disco è proprio una cazzata
Come quando scrivi
Come se ti compri la mia maglia falsa fuori agli abusivi
Sono io col flow complesso, le parole sminuzzate
Sei tu che non cogli il nesso
Sei un coglione, un minus habens (Testa de ca-)
Non sai che vuol dire, cazzo mi dispiace
Certe volte non so se vorrei solo morire
O prima fare anche una strage
Suono tipo un gol di Messi
Pure se mi copi i testi (Fake!)
Su ogni il disco uscito ho tipo trenta flow diversi
Torna a fare i doppi sensi
Se ci fotti conti i resti
Piangi e stai con gli occhi persi
Piangi e stai con gli occhi persi

(È per te questa eh)
Per te sono il veleno per i topi
È inutile che mi ricopi
Non scrivo testi per idioti
Scrivo manuali veri e propri
Su come girare le canne
Giganti come telescopi
Tanto muoio a ventisette
Ah, Gemis Joplin
Summer time!
Sì ma, alla tua merda sono allergico
Biondo non fare lo splendido
Che se facciamo a gara perdi bro
Perché sono quello che
Quando scrive un pezzo il flow
Poi ti suona autentico, il tuo è identico
Il tuo è identico, il tuo è identico
Il tuo è identico, il tuo è iden-
Dai ‘sti cazzi!
Questi che dicono che col rap non posso cantare
Questi che dicono che col rap non posso cambiare
C’hanno provato prima ed è andata un po’ male
(Poveri!) Gli è andata un po male
Quindi non venire a piangere
Che questo non è un funerale
Ho una collana floreale, le pupille coreane
Nel cuore c’ho le ruuuspe
Mi fanno la villa tra i polmoni e le costole
Un altro paio di anni e siamo apposto eh
Lei scende le scale col visone
Io sfodero un bel sorrisone
Sembra che ho fumato il cortisone
Siamo due meteore in collisione (Ciao!)

Testo Inedito Gemitaiz