Leggi il Testo Minor Cor Veleno. “Minor ” è una canzone dei Cor Veleno (Primo, Grandi Numeri e Squarta) estratta dall’album “Rock’n’Roll” uscito nel 2000. Minor Lyrics Cor Veleno

Testo Minor Cor Veleno

Grandi Numeri:
E’ una formalità
Contano solo le gocce di sudore in fronte, più di qualsiasi verità;
Non sei d’accordo, è uguale
Non distinguo un discorso superfluo da uno superficiale;
Lezioni di portamento e postura
Debutti in società, tutti bon ton, niente cultura;
E che si fottano!
La mia è una malattia, la loro l’euforia di un attimo;
Si concedono a critiche e paragoni
Fra il Ponte di Brooklyn e Roma, Campo De’ Fiori;
Parlano di fame e coerenza, solo cazzate
Ogni uomo una circostanza diversa lasciatemi in pace;
Con undergound, overground, commerciale
Dare etichette a quello che faccio non è la mia ambizione;
L’Hip Hop non cresce in Italia e dov’è il guaio?
La mia risposta abita in te: Minor!

Se qualcuno compra è perchè qualcuno vende
E ognuno avrà un cliente, a ognuno il suo cliente;
Io porto me, tu porta i numeri
Visto che io porto me, tu porta i numeri
Se qualcuno compra è perchè qualcuno vende
E ognuno avrà un cliente, a ognuno il suo cliente;
Io porto me, tu porta i numeri
Visto che io porto me, tu porta i numeri

Primo: Bene, tu dici? Io non credo
Tagli su di te eppure grosse cicatrici non ne vedo;
Questa è scena, questa è una commedia
Ma mi tengo in allarme, testa in fiamme, col timore di una qualche insidia;
Un progetto più grande del solito
Perchè cazzo devi ragionarlo in piccolo o lasciarlo al freddo?!
Minor? Seguro
Vuole dire che hai il cervello come il buco del mio culo, altrochè traino
Non parlarmi di espansione
Se ti chiami discografico e non metti un soldo per la produzione
È panico per chi ha rime e un flow che gira
E non guardare me che sto bene quando c’è gente che non c’ha una lira;
Vieni che ho lo show sulle spalle
Cene da offrire alla clientela ma non sono Rockfeller;
Mi vorrebbero calato in certe parti
Ma io non dico hardcore per il piacere di esaltarti;

Se qualcuno compra è perchè qualcuno vende
E ognuno avrà un cliente, a ognuno il suo cliente;
Io porto me, tu porta i numeri
Visto che io porto me, tu porta i numeri
Se qualcuno compra è perchè qualcuno vende
E ognuno avrà un cliente, a ognuno il suo cliente;
Io porto me, tu porta i numeri
Visto che io porto me, tu porta i numeri

Grandi Numeri: Potrei farti un elenco di nomi, persone
Dirti semplicemente chi rema contro e come;
Ma questo a me non interessa
Cor Veleno più nessuno può tenermi testa, no uh!
È la politica del “tutti al successo”
Oppure l’attutudine a escludere il compromesso…
Non mi basta
Portami i profeti, oltre le loro parole, io voglio guardarli in faccia!

Primo: Tu dici: per i soldi a domani
Siamo amici, ma ho le tasche che continuano a fissarmi con quegli occhi infami
Nel branco, gente fa il diavolo da i nervi tesi
Presi uno ad uno sono niente più che borghesi;
Chi mistifica, chi giustifica
Chi si sbilancia al domani ma tanto è merda che non si pianifica;
Su un palco credersi al sicuro è un abbaglio
Se il palco è una vetrina dove arrivano a comprarci a paio;
O ti gestisci o ti gestiscono con fili in nylon
Io la mia attitudine ce l’ho, tu minor!

Se qualcuno compra è perchè qualcuno vende
E ognuno avrà un cliente, a ognuno il suo cliente;
Io porto me, tu porta i numeri
Visto che io porto me, tu porta i numeri
Se qualcuno compra è perchè qualcuno vende
E ognuno avrà un cliente, a ognuno il suo cliente;
Io porto me, tu porta i numeri
Visto che io porto me, tu porta i numeri

Testo Minor Cor Veleno