Leggi il Testo Il mio show Cor Veleno. “Il mio show” è una canzone dei Cor Veleno (Primo, Grandi Numeri e Squarta) estratta dall’album “Rock’n’Roll” uscito nel 2000. Il mio show Lyrics Cor Veleno

Testo Il mio show Cor Veleno

Ehi, so quanto dura lo show
So la cura che vuole quest’ oro adesso che tutti lo toccano
Bambina, lo so, vorresti stare altrove
Dove, dove io non ho nient’altro da sentire che le tue parole;
Il nostro show dura solo questa sera
Nonostante lo so il sangue si gela, cautela;
Ma gli scalini per raggiungerti li ho fatti
Ho ordinato i miei progetti uno ad uno e non ho più cassetti;
Mi sorprende come tu sai sconvolgermi
Tu che mi lasci entrare per un attimo poi dici: “togliti”;
Certe pressioni su di me sono lividi, sì
Ma farò presto ad assorbirli e se lo sai colpiscimi;
Me lo hai detto col sorriso in bocca
Mi hai tirato in mare, io t’ ho detto: “posso stare fino a che si tocca”;
Ma tu non sei di nessuno
So che il nostro show non dura un cazzo e finchè c’è lo consumo

Il mio show è nei tuoi gesti, ahi, ahi, ahi
Nei giorni andati ed in questi, ahi, ahi, ahi;
Ora che ho le scene che servono
Tu sei il teatro del mio show, il mio spettacolo
Tu sei il teatro del mio show

Ogni momento è quello fragile, (lo so)
Camminiamo piano fino a che è possibile; (però)
Ma non sprechiamo nel frattempo tutto il tempo che abbiamo
Fuori è buio fitto ma qui dentro ora ci vedo chiaro;
Gioco con le luci della camera sul muro
Guardo la tua ombra muoversi leggera come fumo
E la respiro, è dentro me
Certe volte poter stare bene in 2 è così semplice;
Non è solo l’ intesa fra noi che conta
Fiducia, per il giorno che qualcuno busserà alla porta;
La gente parla, sì, ma parla gratis
E a te non importa quello che ha da dire;
Sai, mi piace la tua testa e amo il tuo stile
E se è uno show, certo non ha nulla a che vedere con le loro pantomime;
Stringimi le mani e lo spettacolo non avrà fine
I numeri ci sono tutti e non si può fallire

Il mio show è nei tuoi gesti, ahi, ahi, ahi
Nei giorni andati ed in questi, ahi, ahi, ahi;
Ora che ho le scene che servono
Tu sei il teatro del mio show, il mio spettacolo
Tu sei il teatro del mio show

Se ogni sera è uno show, io modestamente me la cavo
Ma tu sei un fuori programma che non aspettavo;
In più poni condizioni, accordi
Per tutta la fame io sono il pane che mordi;
Prenditi il nettare di un frutto pure se è proibito
Prendilo tranquilla tanto Dio co’ Adamo ed Eva ha già fallito;
Mi basti te, mai senza te anche se
Per assurdo, io facessi gola a qualche fly girl;
Ho un microfono e via, ho l’ alchimia che lo può fondere
Ho una notte di pensieri alle mie spalle e gli occhi fuori dalle orbite;
Già, ma stamattina vale tutto ed esco presto
Visto il prato, visti i semi da annaffiare io non lo calpesto;
Vestono momenti che gli calzano a stento
Ma tu sei dove tengo l’ attenzione, dove metto l’ accento;
Tu sei il nucleo
Sei le luci, tu sei l’ ultimo spettacolo che resta quando spengo il video

Il mio show è nei tuoi gesti, ahi, ahi, ahi
Nei giorni andati ed in questi, ahi, ahi, ahi;
Ora che ho le scene che servono
Tu sei il teatro del mio show, il mio spettacolo
Tu sei il teatro del mio show

Testo Il mio show Cor Veleno