Leggi il Testo Dimmi Dimmi Cor Veleno. “Dimmi Dimmi” è una canzone dei Cor Veleno (Primo, Grandi Numeri e Squarta) estratta dall’album “Rock’n’Roll” uscito nel 2000. Dimmi Dimmi Lyrics Cor Veleno

Mettici chili di arsenico, grammo per grammo
Noi, noi proviamo in due, con due microfoni stretti nel palmo;
Noi chi siamo? Io sono Primo, lui Grandi
Chiariamo che se tu vuoi dirmi, dimmi pure, ma dillo davanti;
Media, media, poltrone più comode
A volte, a volte più spesso promesse, specchi per allodole;
Dimmi che sto su un tavolino, che studio dei colpi
Dimmi che sto vicino al Diavolo solo per soldi;
Già, la trama si complica ma calcola che
La gente vuole consolarsi delle perdite;
Il tempo che fa? Guida, male, ma guida
Che fa? Tira giù la sabbia dalla mia clessidra;
Dimmi, dimmi pure che serve gente che mi traina
Tanto non sento più un cazzo adesso che una Tigre baila;
Tu che sai come posso salvarmi
Dovrai darmi un motivo per cui ti metti su una cattedra a insegnarmi

Dimmi, dimmi la posizione che merito
Dimmi, dimmi quali dubbi mi assalgono;
Dimmi, dimmi se questa cosa è in pericolo
Se sai come salvarla devi dirmelo;
Dimmi, dimmi, eh…

Primo, più Fuji & Zanzi, Cappuccino Bros
Per la gente Cor Veleno…

Dimmi dimmi, la posizione che merito
Dimmi, dimmi quali dubbi mi assalgono;
Dimmi, dimmi se questa cosa è in pericolo
Se sai come salvarla devi dirmelo

Dimmi, dimmi la posizione che merito
Dimmi, dimmi quali dubbi mi assalgono;
Dimmi, dimmi se questa cosa è in pericolo
Se sai come salvarla devi dirmelo;
Dimmi, dimmi, eh…

Dimmi, dimmi
Sono scandali che vuoi, sono ruoli che non riesco a sentirmi;
Cresco con i sogni che si infrangono, falliti sulle sedie
Guardano che mi riprendo i sogni dentro realtà concrete;
Panni indossati e poi smessi
Tutti eroi del cazzo voi, io vivo meglio tra i miei compromessi;
Ci sarà un posto qui nel vicinato
Dove guardano in fondo ai miei occhi e no le cose che ho comprato;
Suonano grevi i miei giorni, stagioni d’oro
Brevi come due minuti e mezzo di questo tamburo
Con la scusa che si estenda lungo il territorio
Non pagate la faccenda e a me mi dite mercenario;
Medita, hai solo la tua faccia di fronte
E poi la terra che si bacia con il sole verso l’orizzonte;
Dimmi che ti affligge, chi ti stringe
E mo’ che me lo hai detto è una storia che non mi può convincere;
Coerenti, tutti in riga con un Credo solo
A caccia di figa, sono gli stessi che lo prendono in culo;
Se è così tu dimentica Primo
Dimmi se la copi oppure è merda del tuo intestino

Dimmi, dimmi la posizione che merito
Dimmi, dimmi quali dubbi mi assalgono;
Dimmi, dimmi se questa cosa è in pericolo
Se sai come salvarla devi dirmelo;
Dimmi, dimmi, eh…

Testo Dimmi Dimmi Cor Veleno