Leggi il Testo Lei, lui, firenze Brunori Sas. “Lei, lui, firenze” è una canzone di Brunori Sas estratta dall’album “Vol. 2 – Poveri Cristi“. Lei, lui, firenze lyrics Brunori Sas

Testo Lei, lui, firenze Brunori Sas

Pensi davvero che sia una buona idea
Stare seduti in un bar fino alle nove di sera
Bere un altro bianco Sarti, guardando la gente
Discutere di ferie a lavoro, fare finta di niente
Parlar di Firenze, di come invecchiata
Dall’ultima volta che l’ho salutata
Penso che sia una follia andare all’ikea
C’è sempre una gran confusione anche di sabato sera
Poi lo sai mi fa tristezza vedere la gente
Che sogna di comprare tutto e si accontenta di niente
Mi guardi e sorridi e non sono cambiato
Dall’ultima volta che mi hai perdonato
Eh che cosa vuoi che ti dica

Con te sto bene anche se ormai è finita
E lo so che non basta un bicchiere per sorridere e dimenticare
Ho le mie solite bugie e le mie sciocche fantasie
Ma stasera ho voglia di brindare a un’altra storia d’amore per noi che non ci amiamo più
Pensi davvero che sia una splendida idea
Andarcene al cinema Flora a vedere Fellini
Mangiare pop-corn in platea come due ragazzini
Scambiarci commenti osceni, scandalizzare i vicini
Che bella Firenze le sere d’estate
Le luci del centro, le nostre risate
Beh che cosa vuoi che ti dica
Ti voglio bene anche se ormai è finita
Non sarà certo Mastroianni a cancellare sei anni e non sarà stasera a cancellare una vita intera
Ma stasera ho voglia di girare ancora un altro finale
Per noi che non ci amiamo più

Testo Lei, lui, firenze Brunori Sas