Sfera Ebbasta si sfoga su Facebook. Fa un bilancio della sua breve carriera e ci racconta di come si sia costruito da solo, di come sia lui il metro di paragone per la trap in Italia.

Un post altezzoso, ma in fin dei conti come possiamo dargli torto?

In fondo il suo album “Rockstar” che piaccia oppure no ha avuto un grandissimo successo, ha fatto il disco di platino in 1 settimana e stracciato vari record su Spotify.

Certo, numeri non vogliono dire a tutti costi qualità, ma nel suo caso, nel suo genere musicale in Italia probabilmente Si.

Sfera Ebbasta su Facebook

Prima che il disco uscisse mi ricordo che mi dicevano che ormai l’ondata della trap era finita,che io ero finito e che ormai troppi erano pronti a farmi il posto, poi il disco è uscito e non mi sembra finito proprio un cazzo, anzi mi sembra appena iniziato tutto, record di qua record di là, ma a me sinceramente importa solo di fare quello che mi piace senza pormi nessun tipo di limite. Sono fiero di quello che sono e di quello che rappresento!
Partito da zero e arrivato a raggiungere grandi risultati senza essermi dovuto abbassare al compromesso di fare musica che non venisse dal cuore.

La mia vita da XDVR è cambiata totalmente , 3 anni fa avrei potuto immaginarmi in qualsiasi tipo di situazione tranne che in questa… ma la storia la sapete tutti, ora sono qua e i miei successi e le mie sconfitte mi hanno portato a Rock$tar , che per me vuol dire non me ne frega un cazzo di quello che penseranno gli altri, vuol dire faccio quello che voglio come voglio, vuol dire che quando da ragazzino mi immaginavo sul beat insieme agli americani facevo bene, vuol dire che quando ho sfanculato il lavoro da 1000€ al mese perché mi sentivo sprecato ho fatto bene, Rock$tar vuol dire sfera ebbasta è il trap king baby che ti piaccia o non ti piaccia e sopratutto vuol dire 50.000 copie in una settimana, disco di Platino. Grazie