La scena a Milano tutti amici io quanto rido” dice Fabri Fibra in Equilibrio. Un tempo venivamo a conoscenza delle faide o antipatie tra i rapper tramite i tanto amati dissing, oggi purtroppo questa pratica del rap si è spostata sempre più sui social e sempre meno nelle rime. Alcuni continuano a fare dissing in rima alla scena in generale, senza però riferirsi nello specifico a qualcuno o fare nomi diretti lasciando a noi ascoltatori libera interpretazione, in questo senso l’ultimo ad aver detto la sua é stato il Maestro del rap italiano Bassi Maestro in Pokoflow. Un altro che non le manda mai a dire né sui social né nei testi é sicuramente Salmo, ma dai nuovi esponenti abbiamo sentito anche la voce di Danien & Theo che in Gossip prendono di mira questo mondo pieno di squali. Su Instagram nei giorni scorsi anche Gemitaiz e Nitro avevano dato lo loro opinione riguardo la nuova scena e il rap nel nostro Paese, anche se non é dato sapere a chi si riferissero nello specifico.

Ma davvero i rapper italiani sono tutti amici tra loro così come vogliono farci credere?

A quanto pare, sentendo le sagge parole del Fibroga nazionale, no e a convalidare questa teoria sono arrivate anche le Instagram Stories di Fred De Palma

In effetti io qualche dubbio quando vedo artisti spingere e propsarne altri qualche dubbio l’ho sempre avuto e il motivo è semplice, mi sono sempre chiesta: è possibile che il rapper X spinga il rapper Y se poi nelle classifiche e nelle vendite sono competitors? Ecco, io per esempio, per quanto possa stimare il lavoro di Rapburger, non spingerei nessuno in un mio articolo a leggere il suddetto magazine, trattandosi di nostro diretto competitor, ma evidentemente nell’infinito e magico mondo del rap game le dinamiche sembrano essere diverse. Fatto sta che la Red Bull non vi dirà mai di bere la Monster e che la San Carlo non vi spingerà ad assaggiare le patatine Pai.

A questo punto, ascoltando anche le parole di Fred De Palma, viene da pensare che aleggi un po’ di ipocrisia nella scena rap italiana e il mio augurio è di veder scorrere un po’ di sangue alla vecchia maniera a suon di rime e dissing.