Dopo i casini auccessi e le querele susseguitesi alla stregua dei dischi d’oro dei rapper italiani, ecco Apple che rilascia un comunicato ufficale:

Abbiamo raccolto tantissimi feedback da parte dei consumatori sulla maniera in cui abbiamo comunicato il modo in cui vengono gestite le performance su iPhone con una batteria più vecchia. Sappiamo che alcuni di voi si sentono delusi da Apple. Ci scusiamo. Ma ci sono molti fraintendimenti su questa questione quindi cogliamo l’occasione per chiarire tutti i dettagli legati ai cambiamenti che stiamo apportando.

Innanzitutto ci teniamo a sottolineare che non abbiamo mai agito in alcun modo intenzionale (e mai lo faremo) per abbreviare la vita di un prodotto Apple, nè abbiamo intenzione di peggiorare l’esperienza d’uso per forzare i clienti ad acquistare la nuova versione di un dispositivo. Il nostro scopo è sempre stato quello di realizzare prodotti che i nostri consumatori potessero amare e far durare gli iPhone quanto più possibile è sicuramente una parte importante per il raggiungimento di questo scopo.

Come invecchiano le batterie

Tutte le batterie ricaricabili diventano meno efficienti con l’invecchiamento chimico.

Con l’invecchiamento chimico, la capacità di mantenere la carica diminuisce, perciò potrebbe diventare necessario ricaricare il dispositivo più spesso. Inoltre, la batteria potrebbe diminuire la sua capacità di fornire energia in tempi rapidi.

Il tempo ed il numero di cicli di ricarica non sono gli unici due fattori che determinano l’invecchiamento chimico.

Anche l’effettivo utilizzo del dispositivo influisce sulle performance della batteria durante il suo ciclo di vita. Per esempio, lasciare l’iPhone in carica oppure ricaricare il dispositivo in un ambiente caldo causa un deterioramento più rapido. Queste sono caratteristiche comuni a qualsiasi batteria al litio dell’intera industria.

Una batteria chimicamente invecchiata diventa automaticamente meno capace di fornire picchi di energia istantanei, soprattutto quando il livello di carica residuo è basso. I  componenti elettronici richiedono una tensione minima per funzionare; tra questi: la memoria interna del dispositivo, i circuiti di potenza e la batteria stessa. Il sistema di gestione dell’energia determina se la batteria è in grado di erogare tale energia e gestisce i carichi per mantenere il dispositivo in funzione. Quando il sistema di gestione dell’energia non è più in grado di garantire il funzionamento del dispositivo, il sistema si spegne per preservare questi componenti elettronici. Tale spegnimento, intenzionale dal punto di vista del dispositivo, potrebbe risultare inatteso per l’utente.

Noi vogliamo evitare che questo accada, non vogliamo comportamenti inattesi, non vogliamo che un utente perda una chiamata, la possibilità di scattare una foto o qualsiasi altra cosa soltanto perchè il suo iPhone si è spento inavvertitamente.

Come Preveniamo gli spegnimenti improvvisi

Circa un anno fa, con iOS 10.2.1, abbiamo introdotto un miglioramento alla gestione dell’energia per risolvere il problema degli spegnimenti improvvisi relativi ad iPhone 6, 6 Plus, 6S, 6S Plus ed iPhone SE. Con questo aggiornamento, iOS riesce dinamicamente a gestire le performance di alcuni componenti di sistema quando è necessario prevenire uno spegnimento improvviso. Vale a dire: quando il telefono va sotto sforzo e richiederebbe una quantità di energia maggiore, allora (solo in quel momento) iOS interviene rallentando il processo in maniera tale che quella quantità di energia necessaria arrivi in un lasso di tempo più lungo, evitando un picco improvviso che la batteria non riuscirebbe a gestire ed evitando di conseguenza lo spegnimento del dispositivo.

La risposta degli utenti ad iOS 10.2.1 fu positiva perchè risolveva con successo il problema degli spegnimenti. Recentemente abbiamo esteso la stessa funzione agli iPhone 7 e 7 Plus con l’aggiornamento ad iOS 11.2.

Senza dubbio, quando una batteria chimicamente invecchiata viene sostituita con una batteria nuova di zecca, le performance dell’iPhone tornano ad essere quelle standard in qualsiasi circostanza, anche quando è richiesto un picco di energia, perchè la batteria riesce a sostenerli senza problema e quindi il livellamento di iOS non interviene affatto.

I recenti feedback degli utenti

Durante le ultime settimane abbiamo iniziato a ricevere feedback dai nostri utenti che si sono visti ridurre le prestazioni degli iPhone in determinate situazioni. Sulla base delle nostre esperienze, inizialmente pensavamo che questa situazione si verificasse per due fattori:

  • una normale e completamente temporanea riduzione delle performance al momento dell’upgrade del sistema operativo in quanto l’iPhone installa nuovi software, aggiorna le applicazioni, scarica dati dal cloud e quant’altro anche se l’utente non vede proprio tutto quello che sta avvenendo
  • alcuni bug minori presenti nella versione iniziale che sono poi stati risolti

Adesso crediamo che un altro contributo a questi rallentamenti provenga proprio dall’invecchiamento chimico della batteria, soprattutto iPhone 6 e 6s che vengono utilizzati ancora con la loro batteria originale.

Cosa faremo per gli utenti

Abbiamo sempre voluto che i nostri utenti fossero in grado di utilizzare i propri iPhone quanto più a lungo possibile. Siamo fieri di poter dire che i prodotti Apple sono famosi per la loro durabilità e per il fatto che riescono a mantenere un buon valore anche nel tempo, a differenza dei concorrenti.

In risposta alle preoccupazioni degli utenti, per riconoscere la loro lealtà e per riguadagnare la fiducia di chiunque abbia dubitato delle intenzioni di Apple, abbiamo deciso di:

1. Ridurre di 50$ il prezzo della sostituzione delle batterie sugli iPhone fuori garanzia. Se prima costava 79$ adesso con soli 29$ i possessori di un iPhone 6 o successivo potranno avere una batteria nuova di zecca riportando le performance agli standard originali. La sostituzione, a questo prezzo speciale, potrà avvenire da fine Gennaio fino a Dicembre 2018. I dettagli saranno presto disponibili sul sito ufficiale (e ovviamente verranno riportati anche su iSpazio).

2. All’inizio del 2018 rilasceremo un nuovo aggiornamento di iOS con nuove funzioni che permetteranno agli utenti di visualizzare e comprendere meglio lo “stato di salute” della propria batteria. In questo modo ognuno riuscirà a capire in che stato si trova, se l’invecchiamento è già avanzato e quindi se i rallentamenti dipendono proprio da questo. Sarà anche un’ottimo modo per stabilire se è il caso approfittare della sostituzione della batteria a 29$.

3. Ci saranno ulteriori miglioramenti sul sistema di gestione dell’energia per prevenire gli spegnimenti improvvisi. Questi miglioramenti potrebbero anche ridurre il lasso di tempo necessario per la gestione di un processo, che risulterebbe quindi più veloce anche su batterie invecchiate.

La fiducia dei nostri clienti è tutto per noi. Non smetteremo mai di lavorare affinchè gli utenti possano fidarsi di noi e mantenere viva questa fiducia. Se riusciamo a fare il lavoro che amiamo è soltanto grazie al vostro supporto. Questo non lo dimentichiamo mai e mai faremmo qualcosa per perderlo.