Purtroppo non è la prima volta, ma si spera che sia l’ultima. Giovedì 7 dicembre 2017, all’Onyx Club di Russi, in provincia di Ravenna, il concerto di Sfera Ebbasta è stato interrotto a causa della presenza nell’aria di spray urticante al peperoncino.

Il fatto è successo verso l’una di notte mentre ancora molti ragazzi dovevano entrare e la sicurezza, supportata dai carabinieri della Compagnia di Ravenna, ha prontamente accompagnato chi ha accusato dei malori fuori dal locale evitando l’insorgere di ulteriori problemi durante quei momenti di panico. Lo staff del locale è riuscito a tutelare i suoi clienti tra i quali non c’è stato nessun ferito, tuttavia è in corso la raccolta delle prove per cercare di individuare i responsabili.

Lo staff Onyx si dissocia totalmente dalle situazioni di dispiacere a cui abbiamo assistito nella serata di Giovedì 7…

Pubblicato da ONYX Club su Venerdì 8 dicembre 2017

Sono diversi i live colpiti da questa pratica che sta diventando una vera e propria moda. In passato è successo in vari locali e città d’Italia per le serate musicali di qualsiasi genere: da Elisa a David Guetta passando per Marracash & Guè Pequeno. Le serate dello stesso Sfera Ebbasta non sono nuove a questi attacchi, infatti venerdì 1 settembre 2017, a Modena, si è verificato un episodio di questo genere durante il quale si sono verificati otto casi di irritazione e intossicazione oltre a furti di smartphone e collane.

La speranza è che questi deplorevoli atti non trovino ulteriore seguito e che si torni a vivere la musica dal vivo in un clima disteso e di festa.