Leggi il Testo Stanza 237 Supa X Bassi. “Stanza 237” è il nuovo singolo di Supa e Bassi Maestro che vede la collaborazione di Fabri Fibra estratto dall’album “otergeS ottegorP“.

Supa X Bassi Maestro – Stanza 237 feat. Fabri Fibra Testo

[Supa]
Inizio dalla fine (enif)
Vi guardo nello specchio e faccio rime (emir)
Itarime, robe made in Italy, yes
Ai lati della stanza le pareti simmetriche
Ok, sento di continuo gli eco
Anzi femminile le eco, le eco
Elimino, le mie condoglianze alle vittime
I murder, redrum, chi varca il limite
Stanza segreta non entrarci mai
due, tre, sette gioco i numeri alla Snai
Ansia che sale che non scende più
Asma, non si respira più
E si va giù

[Ritornello]
Apmeotuo eurodipendente
Vieni a giocare con noi per sempre
Vieni a vedere la follia nella mia mente
Yes yes yes ma non si capisce niente

[Fabri Fibra]
Entra nella stanza due tre sette
Cadi dopo il morso di una serpe
Chiedi aiuto ma nessuno sente
Senti il lupo mentre il buio scende
Nessuno ti cerca, nessuno ti chiama mai
La fortuna è cieca, che culo, non si sa mai
Conta solo nudo ci si chiudono gli affari
Culo, culo, culo, Yamamay, Yamamay
Tutti fanno pop, pop, pop
Fai ridere lol, lol, lol
Uccido per il soldo, per il soldo
Il mondo è un film horror, un film horror
Qui si legalizza sì sì, sì sì
Qui ci vende l’erba l’Isis, Isis
In giro sono tutti presi male per i dissing
In rima sono una macchina infernale Christine

Supa X Bassi Maestro Stanza 237 feat. Fabri Fibra Testo