Dopo il successo del primo episodio di Beatboxer Italiano, Rise Beatbox torna con il secondo episodio che vede la partecipazione di Shade. Il beatbox questa volta incontra il freestyle, due discipline fondamentali della cultura hip-hop che hanno in comune l’arte del saper improvvisare e saperlo fare ad hoc in base al contesto, alla location e al pubblico. Arte nella quale, Rise nel beatbox e Shade nel freestyle, sono due pesi massimi in Italia.

A Rise Beatbox va il grande merito di aver portato la sua disciplina a un livello maggiore nel nostro paese e di continuare a farlo, sdognanandola sempre di più, anche grazie a questi video.

Rise è un professionista, sa leggere molto bene le situazioni, quando mi chiedono qual è la dote più grande di un freestyler, io dico sempre saper leggere il contesto in cui sei, perchè non puoi fare lo stesso tipo di freestyle per strada o all’Arena di Verona e Rise è molto bravo a leggere le situazioni e a capire quale tipo di beatbox poi può far saltare tutto il pubblico“… Con queste parole Shade esprime al meglio il suo pensiero su Rise e sulla grandezza del beatboxer italiano numero uno.