Se chiedete il RAP (quello vero), perché lo ignorate quando ve lo diamo?
Se chiedete il RAP (quello vero), perché lo ignorate quando ve lo diamo?
Loading...

Se chiedete il RAP (quello vero), perché lo ignorate quando ve lo diamo?

Prima di iniziare l’articolo, vi do qualche piccolo spunto per potermi insultare nei commenti che ne deriveranno sui vari social:

  • Non sono mai stato un rapper, ne tantomeno ho aspirazioni ad esserlo (che poi “Facevi rap artista e sei finito sopra una rivista? A fare il giornalista, fallito” l’aveva già detto Primo nel 2004);
  • Non ho fallito nella musica quindi. Ma nemmeno nel writing, nel djing, nella breakdance;
  • Non mi ritengo un esperto, ma solo un appassionato. Leggo, ascolto, colleziono da una vita ormai. E penso di potervi raccontare qualcosa a riguardo;

Detto questo, parliamo di cose serie: a volte mi capita di leggere dei commenti sotto alcuni articoli pubblicati da Hano – e definiti come “da rotocalco rosa” – di presunti Gangsta-utenti che chiedono il Rap quello vero, quello crudo, ovviamente insultando chiunque abbia scritto l’articolo.

Noi abbiamo già fatto un esame di coscienza e ci siamo accorti di aver contribuito – anche attraverso alcuni contenuti non del tutto coerenti con il “credo” del sito – allo sviluppo del fenomeno mediatico di alcuni artisti o alcuni generi che sono diventati quello che per noi era il Rap negli anni ’90 e 2000.

Posso capire il disprezzo verso qualcosa che molti di voi non ritengono Rap (ma purtroppo per voi, altrettanti altri lo ritengono tale)anche io nasco Hater con la “H” maiuscola, ma ragazzi, sinceramente.. Se “chiedete il pane e poi non lo mangiate”, vi meritate Fedez, la DPG, OG Eastbull, gli Arcade Boys e quanto di peggio possa produrre il panorama presunto-Rap del momento.

Vi spiego meglio questo ultimo sfogo: riguardando i dati del sito, un articolo su Fedez che scorreggia o su Guè che si masturba su Instagram fa migliaia di views (e di commenti di insulti, ovviamente) mentre l’articolo sull’uscita di un nuovo pezzo di artisti del calibro di Run The Jewels o Talib Kweli lo rileggo praticamente solo io che l’ho scritto.

Quindi abbiamo (o meglio, forse l’utente medio ha) un problema: non chiedeteci il Rap se poi non siete capaci di apprezzarlo. La ricerca che faccio per Hano ha fini puramente personali che aiutano ad accrescere il mio bagaglio di “knowledge”, quella orrenda cosa che voi tutti snobbate. Che poi io sia un ragazzo educato e condivida tutto con voi, quello è un altro discorso e dovreste essere grati anziché attaccarci sempre senza un motivo.

Ogni settimana The Golden Edge pubblica su Hano decine e decine di news su recensioni, nuove uscite e album storici del Rap americano, ma non vengono percepiti o forse semplicemente ignorati dall’utenza.

tge

Dopo tutto, noi “SIAMO QUI DA 15 ANNI”, non perché lecchiamo culi (cit.) ma perché – nonostante tutto – ogni anno milioni di utenti utilizzano Hano per informarsi sul panorama e sulla scena Hip-Hop.

Forse lo sapete meglio di me: se continuerete ad incaponirvi sulle notizie “inutili” non arriveremo a nessuna svolta. Cercate di dare la giusta importanza ai contenuti, cercando non solo il Gossip, ma anche la musica.

Dopotutto è l’unica cosa che conta.


PS. se avete letto attentamente l’articolo, non ce l’ho con nessuno, avrei potuto nominare chiunque nell’articolo, spero che i vari OG, Sfera, Fedez, Arcade Boys non se la prenderanno a cuore.

PPS. tornando al punto iniziale, non ditemi che sono vecchio. Lo so già! E non prendetevi sempre sul serio!

Loading...

Lascia un commento

Condividi
Luca
Classe '82, seguo tutto ciò che riguarda l'Hip-Hop da quasi 20 anni, ma non preoccupatevi: ho iniziato a capirci davvero qualcosa da pochissimo tempo. Per vivere provo ad occuparmi di architettura e design e soprattutto faccio il marito ed il papà. Mentre cerco di collezionare più dischi possibili, vi racconto quello che mi passa per la mente sulle pagine del nuovo hano.it