Gel sta tornando. A distanza di due anni dall’ultimo album ‘Io non sono buono‘, il rapper romano ha deciso di fare di nuovo irruzione nel panorama musicale italiano. E ha deciso di farlo in modo particolare: con pezzi nuovi e letture. Proprio per questo motivo, abbiamo deciso di fare due chiacchiere, parlando soprattutto, nello specifico, del disco nuovo. Beh, buona lettura!

Ciao Gel! Partiamo subito! È uscito da pochissimo il tuo nuovo singolo : è qualcosa sicuramente di originale sia nella musica rap che nella musica italiana in generale. Da dove viene l’idea delle letture integrate al brano? È il brano che vuoi scrivere che influenza la lettura o è la lettura a darti l’idea per il brano?

Guarda ho un’età e continuare a fare musica adolescenziale sarebbe stato controproducente sia per me e sia per chi mi avrebbe ascoltato. Ho cercato di rendere tutto più comodo per la mia età biologica.

Mi piace recitare.

Perché “Gel legge: Angeli & Demoni”? Ti ha ispirato il romanzo di Dan Brown?

In me ci sono 2 “Corradi” anzi ce ne sono 50. Comunque c’è il male e il bene. Gli angeli e i demoni.

La cover del nuovo album di Gel

Hai iniziato pubblicando delle letture sulla tua pagina facebook. Tutto questo poi è diventato il tuo nuovo disco. C’era già l’idea di base o è stato un seme che piantato è cresciuto sempre di più? E com’è nata, appunto, quest’idea delle letture?

Inconsciamente ho preso spunto da un programma televisivo e soprattutto da una serata che fecero i The Pills in cui leggevano delle strofe.

Ho iniziato con il cellulare a riprendermi e poi ho alzato il tiro. Anzi abbiamo alzato il tiro. Matteo Corradini mi scrisse dicendomi che avrei dovuto alzarlo. L’abbiamo fatto. Ora ho preso il via e organizzo delle puntate sempre più confezionate bene, anche grazie ad Andrew Superview e Antonio Di Giuseppe, due giovani registi con i quali collaboro da un po’ di tempo che sono molto bravi e promettenti.

Parlaci un po’ nello specifico del tuo disco. Oltre a come si svilupperà l’ascolto dell’album e in quanti hanno lavorato a questo progetto, mi piaceva sapere qual è l’obiettivo, qual è il messaggio che vuoi mandare e, soprattutto, quanto sarà importante questo lavoro sia per Gel che per Corrado.

È un disco di transito. È stata una naturale evoluzione. Ho delle mete che naturalmente mi portano a percorrere delle strade. È sia rap introspettivo ma anche cantautorale. Non so cosa sia. È sia angeli che demoni, appunto.

Hai cambiato vari stili durante i tuoi anni di carriera : penso agli anni del Truceklan, penso al dopo, penso al ritorno nel disco di Fibra e al tuo penultimo album. Su Facebook qualche settimana fa hai scritto: “Nella vita sei quello che sei, nella musica quello che vuoi.” Chi è Gel ora? Ti senti ancora parte della scena rap?

Assolutamente no e non lo sono mai stato per scelta. Non per fare il diverso ma con questi ho poco da spartire. Sono un autore che ha fatto rap e che scrive. Ovviamente provengo dal mondo del writing e del rap ma sono grande di età.

Visto che l’abbiamo citata, la scena rap di oggi è qualcosa che ti appaga ancora o pensi che abbia bisogno di una sferzata importante per non diventare troppo piatta (col tuo disco, magari)?

Mah, non so. Ora ti compri i singoli e fai il disco d’oro. Una volta non era così. Ora i numeri li fa chi ha più capitale. Ma i numeri trasmettono numeri appunto e l’arte vive si grazie ai numeri ma non è solo numeri.

Chiaro no!?

A quanto hai detto, c’è stato un periodo in cui hai deciso di smettere con la musica. Poi Fibra ti ha dato l’input e da lì sei ripartito. Pensi che questo pensiero, questo stop, ti abbia un po’ permesso di rimetterti seriamente in carreggiata e di trovare sempre di più uno stile che possa allinearsi al tuo modo di fare musica?

Prima ero sconnesso e instabile. Ora sono connesso e lucido. Secondo te come funziono meglio?

Torniamo al disco, quando esce e cosa seguirà all’uscita del disco? In-store, live…

Il disco uscirà per fine Ottobre/inizio Novembre sul digitale. Attualmente sto puntando e investendo sull’immagine video e sui contenuti. Poi vedrò cosa succederà. Sto facendo tutto da solo. Ho chiamato la mia etichetta…più che etichetta il mio crew di lavoro: “No Pimps”.

Quest’idea delle letture continuerà, ci saranno altri episodi, sia con video singoli o sia sotto forma di disco, o sarà circoscritta all’album e non a progetti futuri?

Le letture saranno il mio glorioso futuro.

Concludo con una domanda molto personale: con questo album, Gel spezzerà la catena?

Già l’ho spezzata facendo un sacco di cose che prima non facevo e finalmente le faccio come dico io.

Ti lascio le ultime righe per dirci tutto quello che vuoi su di te, sul tuo disco…

Restate connessi sulle mie pagine social per vedere le prossime letture e i miei video:

Facebook

Instagram: gel_official_

Clicca e guarda il video del primo singolo estratto dall’album IRISH PUB!