Loading...

STO Magazine il Magazine del momento, o meglio, il profilo Instagram del momento che vive della luce riflessa di Ghali ha fatto un “passo falso”. Due giorni fa in un post Instagram ha detto la sua su Twins, il nuovo disco della Dark Polo Gang, stroncandolo.

Da lì é arrivata la risposta lapidaria della DPG che ha rinominato STO Magazine in STO cazzo.

#STOcazzo

Pubblicato da Dark Meme Gang su Mercoledì 28 giugno 2017

Dopo essere stato annunciato più volte di un gol allo stadio, è finalmente arrivato "Twins", il nuovo album della Dark Polo Gang. Il gruppo più controverso d'Italia arrivava infatti alla vigilia di questo album, con una hype alle stelle. Dall'uscita dell'ultimo progetto, la loro popolarità è cresciuta esponenzialmente: è arrivata la TV, è arrivata la radio, e finalmente anche Spotify. Il tutto senza il sostegno di alcuna etichetta, e senza perdere la propria sregolatezza estetica ed espressiva. Se lo si osserva sotto la lente ordinaria con cui si giudicano solitamente i dischi di rap italiano, "Twins" non è un disco di pregiata qualità. Sick Luke è un mostro, ma le abilità al microfono di Tony e – soprattutto- Wayne lasciano a desiderare. Flow ripetitivi, e spunti interessanti nelle rime pochi. Non che ci si aspettasse un "Illmatic 2", ma la sensazione è che anche un minimo level-up nella tecnica dei rapper del gruppo, avrebbe potuto far fare un bel salto di qualità al progetto. Tuttavia, la Dark Polo Gang è un fenomeno unico nella storia del rap in Italia. Per questo motivo sarebbe fuorviante giudicare soltanto la loro musica, senza inquadrarla all'interno del loro particolare contesto. La Dark Polo non ha fatto un grande album nel senso più usuale. Ha fatto un disco funzionale al proprio percorso. Dentro "Twins" ci sono i club banger potenzialmente oro o platino: c'è quindi il necessario per portare avanti un tour. Ci sono i presupposti per far sopravvivere il gruppo come fenomeno social: rime che hanno già fatto partire la macchina dei meme, e che ricalcano per un'altra volta la particolarità dei personaggi. Nella benzina che ha messo in moto la macchina DPG, c'è molto di più delle caratteristiche dei personaggi, che della loro musica. Per questo motivo allora "Twins" da questo punto di vista è un progetto riuscito. Attrarrà chi è affascinato dai personaggi e allontanerà chi cerca grande musica. Non un classico. Non un flop. Quello che serve – per ora – per continuare a fare "quei cazzo de money". Testo di @_gabrielebaldassarre #stomagazine

A post shared by Sto Magazine🤘🏽 (@sto_magazine) on

Loading...