DOLLY NOIRE presenta DLYNR Street Art #4
DOLLY NOIRE presenta DLYNR Street Art #4
Loading...

Quando l’arte e la moda si incontrano è sempre un bel connubio, ma se si tratta di street art e di Dolly Noire, lo spettacolo è assicurato.

La collezione Spring/Summer 2017 di Dolly Noire si ispira alla mitologia greca e prende il nome di MYTHOS.
Quale modo migliore per celebrarla se non con una street art a cielo aperto?
Lo stile di Dolly Noire è inconfondibile e il suo modo di unire la cultura e le discipline tipiche della strada e dell’hip-hop è unico e il giovane brand di streetwear decide quindi di celebrare la mitologia greca proprio sulle strade di Milano.
Ecco che moda, street art e mitologia greca si uniscono e si fondono insieme in un unico luogo e in un modo assolutamente perfetto quasi fossero nati per questo.

Per l’occasione, dal 21 al 23 aprile, il Comune del capoluogo lombardo ha messo a disposizione il muro di Via Pontano che è stato nuovamente palcoscenico della quarta edizione dell’evento di writing DLYNR Street Art #4.

50m di lunghezza per 6m di altezza affidati alla creatività di 8 nomi internazionali della spray art, che hanno interpretato il concetto di MYTHOS, tema della collezione estiva del brand.

ERASEMACSRAPTUZ della TDK Crew, il trio ART OF SOOLCHEONE, il calligrafo SMAKEMAX GATTORICRO (illustratore ufficiale Dolly Noire) sono gli artisti coinvolti nell’evento, realizzato in collaborazione con Loop Colors, il noto brand di spray.

Uno dei dipinti più particolari è sicuramente quello realizzato da CHEONE e dedicato a Medusa, grafica che caratterizza anche una delle T-shirt più rappresentative della collezione Spring Summer 2017 di Dolly Noire.

Una vera e propria galleria d’arte permanente a cielo aperto, offerta dal brand di streetwear, non solo agli amanti della street art, ma a tutti gli abitanti del quartiere, per trasformare e dare nuova vita al paesaggio urbano e per darci l’ennesima conferma che la moda è arte e l’arte è moda e che gli eventi li organizza Dolly Noire il successo e lo spettacolo sono assicurati.

https://www.instagram.com/dollynoire/

Loading...
Condividi
Valeria Balestrieri
Classe '81, ascolto il rap da quando nell'89 ho abbandonato Cristina D'Avena per la prima cassetta di Jovanotti "La mia moto" e da lì non ho più smesso.