Marracash presenta il
Marracash presenta il "Red Bull Culture Clash"
Loading...

opo l’indimenticabile prima edizione italiana nel 2014 che ha visto la vittoria di Macro Beats, torna in Italia RED BULL CULTURE CLASH: uno dei più spettacolari e divertenti eventi musicali al mondo.
Il prossimo 10 giugno, nella cornice del quartiere popolare di Barona, 4 team rappresentanti di 4 generi musicali diversi (dal rap al reggae, dal grime alla trap, passando per il dubstep, la house, dancehall, R&B, e tutto ciò che ci sta in mezzo), composti dai più interessanti artisti, mc e dj italiani si sfideranno per 4 round sotto l’avveniristica struttura di Piazzale Donne Partigiane. Una vera e propria battaglia senza esclusione di colpi in cui ogni team avrà un tempo limitato per sfidare gli avversari, proponendo la miglior selezione musicale e proponendo anche brani registrati in esclusiva per l’evento. Alla fine della serata ci sarà solo un vincitore e come da tradizione sarà il pubblico a sceglierlo.

Quest’anno la direzione artistica è stata affidata ad Alioscia Bisceglia, leader dei Casino Royale e già host della prima edizione.

“Red Bull Culture Clash rappresenta il riconoscimento ad un mondo sonoro e ad una cultura che ha influenzato e continua ad influenzare generi entrati nell’uso e nel costume contemporaneo. Uno spot acceso sulla storia e sul presente indicando la strada per il futuro della musica che parte dai bassi e dal ritmo”

A condurre la serata invece sarà Marracash, perfetto padrone di casa nella sua Barona, che già era stato coinvolto nel 2014, insieme a Shablo, per la direzione artistica di Roccia Music, una delle crew partecipanti.

Le 4 crew di quest’anno non saranno composte da elementi di una stessa etichetta discografica, ma sono state selezionate per l’occasione da 4 caposquadra sono:

DAYTONA: Clementino, Crookers, Giad, Noyz Narcos, Rkomi, The Night Skinny

Nonostante le radici della squadra siano piantate in una cultura, quella hip-hop, la crew abbraccia le mille sfaccettature di questi anni. L’hip-hop è da sempre sinonimo di innovazione ma anche di heritage e tradizione, si campiona il vecchio per la costruzione del nuovo, estendendo ad oggi la propria influenza a gran parte degli scenari musicali, dall’underground al mainstream.

HELLMUZIK: Salmo, Dj Slait, Kwality, Hell Raton

La cultura bassline in un vero e proprio mix di ritmi che impegna a portare al Clash un sound contemporaneo e tutte le esperienze dei membri del team lo dimostrano. Gli artisti metteranno a disposizione il loro know how: dal rap di impatto, passando per i bassi distorti della trap che imperversano tra le ultime generazioni, fino alla drum’n’bass e alla bass music.

MILANO PALM BEAT: Populous, Chiamu, Go Dugong, M¥SS KETA, Mudimbi, Milangeles

L’idea della crew è quella di giocare coi suoni provenienti dai Caraibi e dal Sudamerica. Prendere dunque reggae, cumbia, dub, moombathon, baile funk e mixarli con l’elettronica europea più contemporanea. Mood della selecta: good vibes, party, dance-hall. Populous, Chiamu e Milangeles (di We Riddim), Go Dugong sono i djs. Agitatori/mcs del team sono Mudimbi e M¥SS KETA, party animal il primo e regina della notte la seconda. Due personalità molto lontane e per questo assolutamente complementari. Saranno agitatori della folla, giocheranno e interagiranno col pubblico, provocheranno facendo ridere e sorridere mediante un lessico del tutto nuovo rispetto alla canonica scena rap italiana. Nuovi linguaggi, nuovi stili, l’avanguardia che si fonde con il roots, il bianco e il nero. Un Sound System che ammicca agli indecisi, i confusi, i disadattati, al terzo sesso (ma anche al quarto), ai futuristi, agli impressionisti del beat, ai fashionisti stanchi della moda e ai clochard vestiti YSL.

REAL ROCKERS: Macro Marco, Ensi, Madkid, Moddi

Il “Rockers Reggae” è un genere che prende piede in Giamaica negli anni settanta, fortemente riconoscibile dai disegni di basso e batteria che diventano, in quegli anni, più complessi e pesanti, quasi dai tratti minacciosi. Tecnica, capacità di improvvisazione e di comunicazione con il pubblico, gestione della consolle e del palco le loro armi vincenti.

RED BULL CULTURE CLASH è un format internazionale, diventato negli anni un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di musica. Dopo essere stata a Londra, New York, Toronto e Miami, la sfida torna a Milano per la seconda edizione.
La battle si ispira alla cultura giamaicana del sound clash, celebrando il sound system e la sua influenza nel mondo dell’hip hop, della dancehall e della dance music. Si incentrerà in 4 round da 4 differenti palchi dove ciascuna delle 4 crew avrà 15 minuti a round per sfidarsi e si svolgerà così: il primo round servirà a scaldare il pubblico e caricare la sfida; il secondo sarà focalizzato sui brani selezionati e sulla tecnica di presentazione; per il terzo invece ogni crew dovrà suonare lo stile degli avversari, e per concludere il round finale avrà vari ospiti dal vivo e pezzi nuovi presentati in esclusiva. Il pubblico regna sovrano e decreterà la crew vincitrice.
Fra i partecipanti della scorsa edizione hanno portato il loro sound Ghemon, Ensi, Phra Crookers, Marracash e nel mondo invece: Major Lazer, Goldie, Usher, Rita Ora, Disclosure e moltissimi altri…

LINK PREVENDITE – NB: l’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

Loading...