Dissing
Dissing
Loading...

I seguenti contenuti sono ovviamente inventati. Hip Hop BullShit

Pochi giorni fa si sono riunite le più alte personalità rappresentanti della cultura hip hop per prendere un importante decisione: includere il dissing come disciplina dell’hip hop.

Alla riunione erano presenti: Esa, Dj Gruff, Bassi Maestro, Dj Skizo, Ice One, Next One, Kaos One, Phase Two, Sir Two, Can two, One two one two, un due tre stella, Pippo Franco e Antonino Cannavacciuolo.

Dopo alcuni momenti di studio, nei quali i presenti dovevano valutare se qualcuno di loro fosse fuori luogo si è deciso di continuare così ma facendo intervenire un traduttore perchè nessuno riusciva a capire cosa dicesse Dj Gruff.

Prima di iniziare Dj Skizo doveva fare pipì… Allora nel frattempo Antonino Cannavacciuolo ha servito un antipasto veloce di tartine ripiene di robiola e verdure con cipolla caramellata.

Finito di mangiare Dj Skizo è dovuto tornare in bagno per sciacquare la dentiera, a quel punto si è deciso di chiuderlo in bagno e continuare la riunione senza di lui.

Dopodichè tutto il consiglio all’unanimità ha deciso di includere ufficialmente il dissing nelle discipline della cultura hip hop. Questo vista l’ormai importanza assunta da questa pratica, ci sono infatti artisti che hanno costruito un intera carriera sul dissing… Altri senza aver mai avuto una carriera hanno però intrapreso la pratica del dissing, senza contare quelli che sanno perfettamente cos’è il dissing ma non conoscono le altre “arti”.

Il consiglio ha deciso quindi che d’ora in poi nelle jam il dissing deve essere ampiamente rappresentato, a tal fine verranno anche installate postazioni internet dalle quali il pubblico, o gli stessi rapper, potranno accedere ai loro social network e insultare chicchessia (dicesi anche social-dissing)

Sono previsti anche seminari sull’argomento che verrano tenuti da Inoki, Fabri Fibra, Vacca e altri…

Lascia un commento

Loading...
Condividi
Andrea Bastia
Appassionato di hip hop e in particolare di graffiti, disciplina nella quale si è anche cimentato (ma con scarsi risultati). Attualmente gestisce la rubrica Hip Hop Bullshit su Hano e il sito Hiphopmadeinita.it