Loading...

Uscirà venerdì 11 novembre per Columbia Records e Legacy Recordings (divisione catalogo di Sony Music Entertainment) Bob Dylan: The 1966 Live Recordings, cofanetto da collezione con 36 CD che include tutte le registrazioni dei leggendari concerti del 1966 negli USA, in Regno Unito, Europa e Australia. The 1966 Live Recordings celebra con un’incredibile qualità audio il 50esimo anniversario di quelle elettrizzanti performance dal vivo che avrebbero cambiato per sempre il sound e la direzione del rock e del pop mondiale.

Durante le ricerche d’archivio per The Cutting Edge 1965-1966: The Bootleg Series Vol. 12, cofanetto con le studio session della metà degli anni ’60 che è stato pubblicato lo scorso anno, ci siamo resi conto che le registrazioni live del 1966 erano splendide”, spiega Adam Block, Presidente di Legacy Recordings. “L’intensità delle performance di Dylan e la sua fantastica interpretazione dal vivo di queste canzoni rappresentano un altro elemento utile per comprendere e apprezzare la rivoluzione musicale che l’artista ha innescato circa 50 anni fa“.

Frutto di una ricerca e di un restauro accurati, il materiale contenuto in Bob Dylan: The 1966 Live Recordings proviene da tre sorgenti audio principali: si tratta di registrazioni dal mixer, registrazioni mobili di CBS Records e registrazioni effettuate tra il pubblico. Ad eccezione del concerto di Manchester (17 maggio 1966) pubblicato come Bob Dylan Live 1966 – The Bootleg Series Vol. 4 (Columbia/Legacy) nel 1998, di un paio di canzoni apparse nella raccolta Biograph e di poche altre, la grande maggioranza delle registrazioni e dei brani contenuti in Bob Dylan: The 1966 Live Recordings non è mai stata pubblicata in nessun formato (ufficiale o bootleg) e ora viene resa disponibile per la prima volta.

Tutti i brani presenti in The 1966 Live Recordings sono scritti da Bob Dylan (voce, chitarra, piano, armonica a bocca) con la sola eccezione di “Baby, Let Me Follow You Down”, canzone folk tradizionale arrangiata da Dylan per l’esecuzione dal vivo. In queste registrazioni Dylan è accompagnato da Robbie Robertson (chitarra), Rick Danko (basso, cori), Richard Manuel (piano), Garth Hudson (organo) e Mickey Jones (batteria). (Sandy Konikoff suona la batteria soltanto nei concerti a White Plains e Pittsburgh.)

Le note di copertina di Bob Dylan: The 1966 Live Recordings sono firmate da Clinton Heylin, autrice e consulente del progetto JUDAS!: From Forest Hills to the Free Trade Hall: A Historical View of Dylan’s Big Boo, resoconto fondamentale degli storici e decisivi tour mondiali di Dylan tra il 1965 e il 1966.

Ogni CD della raccolta è contenuto in una bustina diversa con immagini tratte dal materiale a colori girato da D.A. Pennebaker, le cui riprese dei tour di Dylan del 1965 e 1966 – Dont Look Back (1965) e Eat The Document (1966) – sono diventate due classici del cinéma vérité.

Columbia/Legacy pubblicherà anche la performance di Bob Dylan alla Royal Albert Hall di Londra del 26 maggio 1966 (svoltasi due giorni dopo il 25esimo compleanno dell’artista): l’album si intitolerà The Real Royal Albert Hall 1966 Concert. Per decenni la performance di Dylan a Manchester è stata erroneamente definita “The Royal Albert Hall Concert”. Ora per la prima volta il vero concerto alla Royal Albert Hall – originariamente registrato da CBS Records per un album dal vivo – sta per essere pubblicato con il missaggio di Chris Shaw, fonico premiato ai Grammy. The Real Royal Albert Hall 1966 Concert uscirà il 25 novembre su doppio CD e doppio LP 12”.

Le performance contenute in Bob Dylan: The 1966 Live Recordings sono il coronamento della fase di forte slancio creativo vissuta da Dylan a metà degli anni ’60. Nel giro di 18 mesi, infatti, l’artista diede alle stampe gli album Bringing It All Back Home, Highway 61 Revisited e Blonde On Blonde, trilogia di capolavori che gli valsero la reputazione di songwriter e performer dalla profondità, potenza e originalità senza precedenti, e al contempo influenzarono in modo determinante il corso della musica e della cultura pop. Le registrazioni dei concerti di quello stesso periodo documentano l’evoluzione di Dylan come animale da palcoscenico dalla visione creativa senza limiti.

Bob Dylan: The 1966 Live Recordings è il completamento live di The Cutting Edge 1965-1966: The Bootleg Series Vol. 12, uscito per Columbia/Legacy nel novembre dello scorso anno.

Bob Dylan: The 1966 Live Recordings

Disco 1 – Sydney, 13 aprile 1966 (mixer registrato da TCN 9 TV Australia)
Disco 2 – Sydney, 13 aprile 1966 (mixer registrato da TCN 9 TV Australia)
Disco 3 – Melbourne, 20 aprile 1966 (mixer / trasmissione sconosciuta)
Disco 4 – Copenaghen, 1 maggio 1966 (mixer)
Disco 5 – Dublino, 5 maggio 1966 (mixer)
Disco 6 – Dublino, 5 maggio 1966 (mixer)
Disco 7 – Belfast, 6 maggio 1966 (mixer)
Disco 8 – Belfast, 6 maggio 1966 (mixer)
Disco 9 – Bristol, 10 maggio 1966 (mixer / pubblico)
Disco 10 – Bristol, 10 maggio 1966 (mixer)
Disco 11 – Cardiff, 11 maggio 1966 (mixer)
Disco 12 – Birmingham, 12 maggio 1966 (mixer)
Disco 13 – Birmingham, 12 maggio 1966 (mixer)
Disco 14 – Liverpool, 14 maggio 1966 (mixer)
Disco 15 – Leicester, 15 maggio 1966 (mixer)
Disco 16 – Leicester, 15 maggio 1966 (mixer)
Disco 17 – Sheffield, 16 maggio 1966 (registrazione CBS Records)
Disco 18 – Sheffield, 16 maggio 1966 (mixer)
Disco 19 – Manchester, 17 maggio 1966 (registrazione CBS Records)
Disco 20 – Manchester, 17 maggio 1966 (registrazione CBS Records tranne soundcheck / mixer)
Disco 21 – Glasgow, 19 maggio 1966 (mixer)
Disco 22 – Edimburgo, 20 maggio 1966 (mixer)
Disco 23 – Edimburgo, 20 maggio 1966 (mixer)
Disco 24 – Newcastle, 21 maggio 1966 (mixer)
Disco 25 – Newcastle, 21 maggio 1966 (mixer)
Disco 26 – Parigi, 24 maggio 1966 (mixer)
Disco 27 – Parigi, 24 maggio 1966 (mixer)
Disco 28 – Londra, 26 maggio 1966 (registrazione CBS Records)
Disco 29 – Londra, 26 maggio 1966 (registrazione CBS Records)
Disco 30 – Londra, 27 maggio 1966 (registrazione CBS Records)
Disco 31 – Londra, 27 maggio 1966 (registrazione CBS Records)
Disco 32 – White Plains, NY, 5 febbraio 1966 (pubblico)
Disco 33 – Pittsburgh, PA, 6 febbraio 1966 (pubblico)
Disco 34 – Hempstead, NY, 26 febbraio 1966 (pubblico)
Disco 35 – Melbourne, 19 aprile 1966 (pubblico)
Disco 36 – Stoccolma, 29 aprile 1966 (pubblico)

Loading...