Loading...

Leggi il testo Magici Moreno, estratto dall’album Slogan del rapper genovese.

Testo Magici Moreno

Siamo magici,
magici,
magici come le ali degli angeli.
Magici,
magici,
intrappolati a quella voglia di esser liberi.

Mi alzo, mi vesto, scriverò.
Verso diverso, libero.
20 Sigarette ma un solo fiammifero,
butto via il pacchetto, credo che smetterò… Boh.
Come un gatto non ti considero ma quando voglio affetto vengo li e ti desidero.
Fuori dai contesti,
fuori come questi che fregano i compensi,
non è come pensi.
A me hanno dato il nome da straniero
perché con certa gente non mi immischio nemmeno.
Non prego ma chiedo e sinceramente mi sembra già molto meno.
L’intelligenza è un pensiero che non spara a zero,
non c’è differenza tra bianco e nero.
Chi nel caos ha trovato le sue mete non colleziona belle monete,
ma stelle comete.

Ora che siamo qui e ti sto cercando
capisco quanto tu per me sia tutto.
Ci siamo scelti e poi ci siamo odiati,
ci siamo persi e sempre ritrovati.

Prendo esempio dal mio amico Andrea,
dice che ogni volta che hai un’idea qualcosa si crea.
Tornare al campetto con Luca e Fabio
sognando di arrivare a giocare in un vero stadio.
Lo sai, mi manca tanto.
Da quanto non ci passo, giuro che se la prossima volta riesco ci faccio un salto.
Vediamo se c’è ancora scritto “Vietato il gioco del calcio”,
da piccolo pensavo avessero fatto uno sbaglio.
Ho dato un taglio a quello che facevo per cercare un futuro più fortunato,
miracolato, mi raccomando, miro al dettaglio
per arrivare al centro del bersaglio.

Ora che siamo qui e ti sto cercando
capisco quanto tu per me sia tutto.
Ci siamo scelti e poi ci siamo odiati,
ci siamo persi e sempre ritrovati.

Ma ti basta questa vita o te ne serve un’altra, Siddharta,
prima che qualcuno tira il pacco e nessuno lo scarta.
Andiamo così veloci non vedi manco la targa,
su una 500 Ambra in 300 come a Sparta.
Siamo magici come le ali degli angeli
ma nonostante questo ci sentiamo troppo fragili per arrivare dove ti immagini,
se veniamo lanciati a caso come i coriandoli. Ciao.

Ora che siamo qui e ti sto cercando
capisco quanto tu per me sia tutto.
Ci siamo scelti e poi ci siamo odiati,
ci siamo persi e sempre ritrovati.
Siamo magici,
magici,
magici come le ali degli angeli.
Magici,
magici,
intrappolati a quella voglia di esser liberi.

Lascia un commento

Loading...