Lustro
Lustro
Loading...

Ma con chi cazzo parli, ma come cazzo parli
Che sei un pupazzo lo si capisce presto o tardi
I congiuntivi non riesci ad azzeccarli
E i motivi per cui lo fai sono sempre i più bastardi

Non capire se perdi è da testardi
Fai ridere se parli solo dei tuoi traguardi
Noi siamo avanti e siamo grati
Della differenza tra spettatori paganti e appagati

Non importa quanto forte puoi colpire, anzi
Ma quanto tu riesca ad incassare i colpi ed andare avanti
Puoi stare fermo nell’ombra a riempirti di rimpianti
O puoi combattere per la tua luce ed abbagliarli

Sono in tanti pronti ad accoglierti o a criticarti
Sarai tu a decidere in che modo e quanto vuoi darti
I tentativi creano scarti e se cadi poi riparti
Ma non mollare, lo fanno solo i codardi

Ora lo so, che lotterò, come un artista
Questa tela è la mia terra di conquista
Io cresco e mi elevo e poi volo
Se aiuti una crisalide prima del tempo

Ne esce una farfalla che si muove a stento
Se invece fa lo sforzo per liberarsi da sola
Avrà reso le sue ali più forti, così vola
Quindi attento a bruciare le tappe, nino

È il viaggio che ti cambia, non l’obiettivo
L’arrivo sarà poi un’altra partenza, del tipo
Il ciclo si ripete all’infinito
Una volta capito, lavora come gli operai

Pensa da poeta e scrivi i sogni che fai
Siamo tutti sulla stesa barca, marinai
Sacrifica ciò che sei per quello che diventerai
La gavetta è prevista, senza essere arrivista

Arrivi lo stesso, ma con più sapore di conquista
Aiuta te stesso prima che Dio t’assista
Le paure sono un’illusione e tu ne sei l’illusionista
Ora lo so, che lotterò, come un artista

Questa tela è la mia terra di conquista
Io cresco e mi elevo e poi volo

Loading...

Lascia un commento