Egreen
Egreen
Loading...

Leggi il testo Egreen Prima linea, estratto da AFA EP.

Egreen Prima linea Testo

“Prima linea nasce di fatto nel dicembre del ’76
Quando rivendica a Milano i primi due attentati
Alla Federlombarda e al Corriere della Sera
Nell’aprile del ’77 la sua struttura è organica
Una delle riunioni cosidette di fondazione
Si tiene in una canonica di Scandicci presso Firenze
Dove si incontrano un centinaio di ex militanti di Lotta Continua
E gli altri proveniente dal gruppo Senza Tregua
La scelta del nome di Prima Linea ha questa origine
All’inizio degli anni’70 i movimenti di ordine della Sinistra extraparlamentare

Sono un rivoluzionario zapatista detto Chavez
Costruisco bombe molotov con voce strumentale
Il rapper italiano non comunica gesticola
Questa storia è ridicola vamos compare Nicholas
Porta rum e sativa se la scena è lassativa
Ma la roba che spingiamo per le radio è radioattiva
Io mi fido fondamentalmente solo dei miei sensi
So che niente è differente tipo Berlusconi e Renzi
L’amaro con cui guardo il mondo è una seconda pelle
Questa strofa è un sanpietrino tra le mani del ribelle
Quasi blu come Costello e Chet Baker
E voglio gli occhi dentro gli occhi non i link sulle bacheche
Due dita di benzina son in fondo al serbatoio
Basteranno per dare fuoco a borghesi e teste di cuoio
Alzo il cappuccio come se stesse piovendo
Metto quanto di più immenso sopra un rigo di un quaderno
[Bridge – E-Green]
Uno sguardo una scintilla con l’occhio che brilla
Questa merda brucia come l’impasto in argilla
Lo facciamo da manuale dai tempi dei tempi
Fuori da casta e circolini e coltello trai denti (x2)

Ma quale scandalo dov’è il tuo bomber mandalo
Questi v’ingannano sporchi come Cossiga e Mangano
Un classico ma fotte un cazzo
Perché Green e Kento stanno in prima linea
Come Sergio Segio e Sandalo (x2)

“Più del Vietnam il modello idealizzato da Prima Linea sembra Cuba: la guerra di lunga durata, i santuari, gli assalti e la guerriglia diffusa, il quartiere liberato, i processi come atto di liturgia proletaria ma anche la rappresaglia, le vendette, i ferimenti, gli omicidi. Sono tutti capitoli di un terrorismo che i militanti dell’organizzazione comunista combattente Prima Linea chiamano Guerra civile”

Contraddittorio paradosso parlare coi fatti
Ma non è un comizio con robbosi che voglion scaldare piatti
Mo ti spiego come adesso ti spiego
Le mie argomentazioni vicine al credo come Restrepo
In prima linea con Francesco
So che mi guarda le spalle a tempo
Ma non è un pretesto per il dividendo
è un manifesto senza tempo in ascesa da tempo
Lontano dal tuo complimento, il tuo like e il commento
è una sfida giornaliera per fare la cosa giusta
Ma il più delle volte è solo una roulette russa
Tra chi si lamenta per un cazzo tutto il giorno e sbuffa
E chi a lavoro si fa un culo quadrato e si frustra
Faccio stragi come Palestina a Monaco
Per chi ha preso il tuo disco c’è il risarcimento al Codacons
Stai comodo sta merda è una mitraglia 74
Primo comodo di noi dicono solo il solito
Toma

Loading...