Loading...

Il nuovo singolo, con video, di Amir Issaa “Stare Bene“, un pezzo rap attualissimo sulle difficoltà della convivenza multietnica, troppo spesso non vista come arricchimento reciproco ma temuta in nome di un odio che nasce dall’ignoranza e fomentato da una certa politica in cerca di voti facili.

Una canzone che è un inno alla convivenza pacifica e una celebrazione del tentativo di farcela nella vita a tutti i costi “Per la mia gente che non lascia i sogni che rincorre ogni giorno che passa“, in netto contrasto con i tristemente attuali fatti di cronaca (dall’omicidio di Emmanuel Chindi a Fermo, passando per il dramma e l’inadeguatezza sul tema rifugiati e migranti)

Il video, firmato dal regista italo-algerino Samir Iacovone (anche lui di seconda generazione come Amir), è interamente girato nel quartiere multietnico di Tor Pignattara – dove Amir Issaa è cresciuto e di cui si è parlato molto nell’ultimo periodo come una sorta di Molenbeek d’Italia – raccontato dal rapper italiano di origini egiziane con tratti realistici e positivi, dove una convivenza senza tensioni è possibile.

Stare bene” è totalmente ispirato alla pellicola cult “Fa’ la cosa giusta” di Spike Lee. Omaggiando Lee,  Amir dipinge un quadro bizzarro e drammatico della vita di uno dei quartieri più meticci d’Italia.

Infine ricordiamo che il clip, realizzato con la collaborazione del “Comitato di Quartiere di Torpignattara” che ha coinvolto i cittadini e le scuole della zona, andando casa per casa insieme ad Amir per invitare tutti a partecipare alle riprese, verrà proiettato al “Roma Africa film festival” Sabato 16 Luglio nella sezione dedicata alle Seconde Generazioni.

“Riusciremo mai a vivere insieme?, insieme riusciremo mai a vivere? è la domanda che chiude il video di “Stare Bene”, il cui singolo è disponibile in vendita e streaming su tutti gli stores digitali.

Lascia un commento

Loading...