Jared Leto racconta
Loading...
Suicide Squad: Jared Leto racconta cosa ha fatto per diventare il Joker

Passato il terremoto di Batman V Superman, piaciuto, non piaciuto o piaciuto medio, ora tutte le attenzioni degli appassionati Dc, e non solo, sono rivolte verso il film della Suicide Squad. Anche e soprattutto perchè verrà presentato il nuovo Joker interpretato da Jared Leto. Un attore certosino che ha sempre caratterizzato magnificamente i suoi personaggi, per questo le aspettative sono piuttosto alte. Ma leggendo l’ultima intervista rilasciata dall’attore ai ragazzi di Entertainment Weekly, sembra che l’interpretazione di Leto sarà molto più realistica di quel che si possa pensare:

“Sapevo che avremmo dovuto avventurarci su un terreno completamente nuovo. In passato c’è stato un enorme lavoro sul personaggio e abbiamo già visto molte fantastiche trasposizioni cinematografiche su di lui, tanto che è quasi diventato una persona reale. All’inizio ho cercato di raccogliere qualsiasi informazione sul personaggio accumulando un sacco di materiale di ogni genere, ma la cosa bella di Joker è che con lui non ci sono regole perché è come se vivesse su un piano diverso della realtà. Poi ho capito che la strada giusta da seguire era buttare via tutto e ricominciare da capo ricostruendo tutto da zero, e allora ho cominciato veramente ad entrare nella parte. In me c’è stata una trasformazione quasi fisica. Ho incontrato esperti, medici, psichiatri che si occupano di psicopatici e persone che hanno commesso crimini orrendi, e poi ho trascorso anche del tempo con persone che sono state internate. Credo che quando si accetta un ruolo si diventi in parte quel personaggio e in quel momento, che è il mio preferito, si deve procedere alla scoperta della sua identità. Con questa esperienza ho potuto lavorare sulla parte interiore di Joker, che a mio parere è la più importante.”

Loading...
Condividi
Daniel San
Lo voleva il Real Madrid, lo voleva Hollywood, lo volevano gli Avengers, amatissimo da tutti, di qualsiasi religione, sogno erotico femminile, il miglior amico che ogni uomo vorrebbe avere. Beato lui. Io invece sono Daniel, carpentiere di giorno e blogger nei pochi minuti che rimangono liberi. Appassionato di cinema, fumetti e cazzate. Un nerd d’altri tempi che ti racconta la nostalgia degli anni 80/90 come te la racconterebbe Mario Merola, e di come una volta se ti mettevi la maglietta di Superman e uscivi in strada eran coppini e zero figa per sempre, mentre oggi è la base per una rapida scalata verso il successo.