Acrobati di Daniele Silvestri
Acrobati di Daniele Silvestri
Loading...

Daniele Silvestri Spengo la luce Testo

Spengo la luce testo estratto dall’album Acrobati di Daniele Silvestri

Ecco, ci siamo
Tu sei già addormentata
E io abbandono il divano
Finisco di spogliarmi
E poi ti vengo vicino

Attento a non svegliarti
Mi riprendo il cuscino

Vorrei dormire anch’io
Ma come sempre è un casino
La testa non si placa
E il sonno è ancora lontano,
lontano

Spengo la luce
Ho gli occhi ancora aperti
E un mal di testa feroce
Al buio poi mi sembra
Di sentire una voce
Qualcuno in strada, forse…
O quel vicino loquace
E’ notte ormai ma io mi giro
E non trovo pace
Ti guardo e vorrei anch’io
Quell’espressione felice
E invece…

E intanto il tempo si dilata,
Si dilata,
Si dilata, si
E intanto il tempo si dilata

Una pecorella…
Due pecorelle…
Tre pecorelle…
Oh, ma quante…?!
Sono troppe!
Contando pure le sorelle
I’m sittin’ here
Thinkin’ that I wanna let go
Son tantissime!
I’m sittin’ here
Thinkin’ that I wanna let go
È un esercito di pecore, bruttissime
Tra l’altro parlano pure in inglese

Si, lo so, ci vogliono
Due gocce di sonnifero
Ma non mi posso muovere
Mi viene l’asma
Quando c’è la luna
È l’una
Ma il tempo sembra essersi
Accovacciato accanto a me
E gioca, lui gioca
E muove i tuoi capelli
Fingendo di conoscerli
Tanto tu non ti svegli mai
Ma come fai?
Io magari ritento
Che è poco che ho spento

Daniele Silvestri Spengo la luce Testo

Loading...

Lascia un commento